Wow

 Wow.
Posso solo dire questo.
Wow.
Super Bowl, Madonna.
Wow.
She is back.
The Queen is back.
Sembra ieri - ma in realtà sono già passati 10 anni - che in macchina verso Las Vegas con Gioich e Claudio cantavamo Material Girl, facendolo diventare il nostro inno.
Tre anni fa, sfidando il caldo afoso di San Siro, a fine giugno, con zanzare che gradivano banchettare sulle nostre braccia, io e Lui siamo andati al concerto: lì credo di aver tirato fuori la dixieland girl che è in me.
Lui basito, io che cantavo a squarciagola like a virgin.
Ed ora rieccola.
Più bella che mai.
Più radiosa che mai.
Più innamorata che mai del suo tomboy boy di 20 anni più giovane.
Chapeau, Mrs Ciccone.
Di Givenchy Haute Couture vestita, con un plotone di gladiatori, ti sei presentata sfoderando un medley favoloso, ballando e ammiccando, senza fermarti un attimo.


Ma dove lo prendi tutto questo fiato?
Io solo a fare le scale del ponte di Porta Genova arranco.
Wow.
Hai venduto 64 nmilioni di album in tutta la tua carriera: sei una leggenda vivente.Punto.
Secondo me nella prossima edizione del sussidiario ci sarai tu, in versione strike a pose, che spunterai tra Camillo Benso Conte di Cavour e Napoleone.
Grazie, Margie.
Sul serio.
Per un sacco di motivi.
Grazie per aver cantato e gridato al mondo what it feels like for a girl.
Grazie per i tuoi look, sempre pazzeschi.
Grazie per regalarci l'essenza dell'Americanità.
Grazie per averci sdoganato la Britney, il tuxedo da donna e gli occhiali a cuore.
Grazie per aver fatto conoscere a noi comuni mortali il pilates e i suoi benefici.
Grazie per canzoni come Like a Prayer, Holiday e Music.
Grazie per le tue due nuove tappe in Italia. Saremo di nuovo lì a cantanre a squarciagola.
Io ti dedico la ricetta delle frittelle che sono certa, se le assaggiassi, ne andresti ghiotta.


Margie's  Ciambelle
(o ciambelle secondo ricetta del rifugio Rododendri)

Nel carrello della spesa:
3 mele
250 g di farina bianca
un uovo
2 albumi d’uovo 
1 dl di birra 
Sale,
Rhum o kirsch
Olio per friggere( mi raccomando di semi di girasole o di arachididi)
Zucchero a velo qb
Per la salsa vaniglia:
75 g di zucchero
250 cl di latte
2 tuorli d’uovo
5 g di farina
3 chicchi di caffè
cannella in polvere
scorza d’arancia o di limone quanto basta.
Andiamo ai fornelli:
Sbucciare le mele e togliere il torsolo con l’aiuto di uno storsolamele.
Tagliarle a rondelle di mezzo centimetro di spessore, metterle in un piatto fondo, cospargerle di zucchero, spruzzare leggermente col liquore e lasciarle macerare per mezz’ora.
Fare una pastella con la farina, l’uovo, il sale, la birra.
Incorporare delicatamente gli albumi montati a neve ferma.
Mettere le rondelle di mela nella pastella, raccogliere con un cucchiaio una rondella alla volta adeguatamente ricoperta dall’impasto, lasciarla cadere nell’olio fumante, sino a completa doratura da entrambe le parti.
Servire cosparse di zucchero al velo e accompagnate da salsa vaniglia.
Salsa vaniglia: lavorare vigorosamente i tuorli con lo zucchero, aggiungere la farina ed amalgamare. Bollire il latte con gli aromi, versarne una parte sul composto, rimestare bene e riversare nel restante latte. Continuare a rimestare sul fuoco finché cominci ad addensarsi. Versare in un recipiente e far raffreddare sempre rimestando. A discrezione completare con panna e spolverare con cannella. 
a gipsy in the kitchen | love, food, fashion.: Wow

martedì 7 febbraio 2012

Wow

 Wow.
Posso solo dire questo.
Wow.
Super Bowl, Madonna.
Wow.
She is back.
The Queen is back.
Sembra ieri - ma in realtà sono già passati 10 anni - che in macchina verso Las Vegas con Gioich e Claudio cantavamo Material Girl, facendolo diventare il nostro inno.
Tre anni fa, sfidando il caldo afoso di San Siro, a fine giugno, con zanzare che gradivano banchettare sulle nostre braccia, io e Lui siamo andati al concerto: lì credo di aver tirato fuori la dixieland girl che è in me.
Lui basito, io che cantavo a squarciagola like a virgin.
Ed ora rieccola.
Più bella che mai.
Più radiosa che mai.
Più innamorata che mai del suo tomboy boy di 20 anni più giovane.
Chapeau, Mrs Ciccone.
Di Givenchy Haute Couture vestita, con un plotone di gladiatori, ti sei presentata sfoderando un medley favoloso, ballando e ammiccando, senza fermarti un attimo.


Ma dove lo prendi tutto questo fiato?
Io solo a fare le scale del ponte di Porta Genova arranco.
Wow.
Hai venduto 64 nmilioni di album in tutta la tua carriera: sei una leggenda vivente.Punto.
Secondo me nella prossima edizione del sussidiario ci sarai tu, in versione strike a pose, che spunterai tra Camillo Benso Conte di Cavour e Napoleone.
Grazie, Margie.
Sul serio.
Per un sacco di motivi.
Grazie per aver cantato e gridato al mondo what it feels like for a girl.
Grazie per i tuoi look, sempre pazzeschi.
Grazie per regalarci l'essenza dell'Americanità.
Grazie per averci sdoganato la Britney, il tuxedo da donna e gli occhiali a cuore.
Grazie per aver fatto conoscere a noi comuni mortali il pilates e i suoi benefici.
Grazie per canzoni come Like a Prayer, Holiday e Music.
Grazie per le tue due nuove tappe in Italia. Saremo di nuovo lì a cantanre a squarciagola.
Io ti dedico la ricetta delle frittelle che sono certa, se le assaggiassi, ne andresti ghiotta.


Margie's  Ciambelle
(o ciambelle secondo ricetta del rifugio Rododendri)

Nel carrello della spesa:
3 mele
250 g di farina bianca
un uovo
2 albumi d’uovo 
1 dl di birra 
Sale,
Rhum o kirsch
Olio per friggere( mi raccomando di semi di girasole o di arachididi)
Zucchero a velo qb
Per la salsa vaniglia:
75 g di zucchero
250 cl di latte
2 tuorli d’uovo
5 g di farina
3 chicchi di caffè
cannella in polvere
scorza d’arancia o di limone quanto basta.
Andiamo ai fornelli:
Sbucciare le mele e togliere il torsolo con l’aiuto di uno storsolamele.
Tagliarle a rondelle di mezzo centimetro di spessore, metterle in un piatto fondo, cospargerle di zucchero, spruzzare leggermente col liquore e lasciarle macerare per mezz’ora.
Fare una pastella con la farina, l’uovo, il sale, la birra.
Incorporare delicatamente gli albumi montati a neve ferma.
Mettere le rondelle di mela nella pastella, raccogliere con un cucchiaio una rondella alla volta adeguatamente ricoperta dall’impasto, lasciarla cadere nell’olio fumante, sino a completa doratura da entrambe le parti.
Servire cosparse di zucchero al velo e accompagnate da salsa vaniglia.
Salsa vaniglia: lavorare vigorosamente i tuorli con lo zucchero, aggiungere la farina ed amalgamare. Bollire il latte con gli aromi, versarne una parte sul composto, rimestare bene e riversare nel restante latte. Continuare a rimestare sul fuoco finché cominci ad addensarsi. Versare in un recipiente e far raffreddare sempre rimestando. A discrezione completare con panna e spolverare con cannella. 

18 Commenti:

Alle 7 febbraio 2012 17:20 , Anonymous A...nonima ha detto...

C'ero anch'io a San Siro per la Reginaaaaaa!!!!strano che non ti ho vista :))eppure eravamo 4 gatti IHIHIHHHIHH :p

Ma le ciambelle sembrano faciliiiiiiiii
Questo weekend avevo intenzione di dedicarmi alla challenge: Crostata meringata al limone...ma queste posso prepararle a colazione nel fuso orario che differenzia la mia sveglia da quella di Amore!!!Grazie Ottinaaaa!mwaaaah

<3

 
Alle 7 febbraio 2012 18:13 , Anonymous Anonimo ha detto...

Alice, grazie x la ricetta:.....ma dove vanno i chicchi di caffe?
Elena

 
Alle 7 febbraio 2012 18:16 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ah! forse ho capito, nel latte x aromatizzare?
Elena

 
Alle 7 febbraio 2012 18:32 , Anonymous Anonimo ha detto...

Alice che bello stasera ho ben 2 post tuoi da leggere!
me li lascio per quando sarò tranquilla a letto sotto il piumone così me li godrò di più :)

Ilaria

 
Alle 7 febbraio 2012 22:33 , Blogger alice ha detto...

:)

 
Alle 7 febbraio 2012 22:33 , Blogger alice ha detto...

Negli aromi con il latte!

 
Alle 7 febbraio 2012 22:35 , Blogger alice ha detto...

Spero possano essere x te una coccola!un bacio

 
Alle 8 febbraio 2012 11:33 , Anonymous Anonimo ha detto...

Grazie, in effetti era abb logico, ma io non ho una mente logica!!!
Buona giornata Elena

 
Alle 8 febbraio 2012 15:13 , Anonymous Stefy ha detto...

Ciao Otta!
fantastico il suoer bowl! e fantastica Madonna!
in previsione del weekend di neve questa ricettina potrebbe essere ideale per affrontare il freddo ;-)
sono stanchissima! saranno i 32 anni??
baci
Stefy

 
Alle 8 febbraio 2012 16:03 , Anonymous Anonimo ha detto...

Miss Ciccone è sempre la Regina..tentano di scalzarla in tante ma lei sa sempre rinnovarsi e stupire e poi, checchèivaricriticicritichino...le canzoni sono belle!
Ps. senza essere accusata di lesa maestà posso dire che, con quel look, sembrava un incrocio tra la Sozzani e la Versace? :-)
Nina

 
Alle 8 febbraio 2012 17:02 , Blogger alice ha detto...

non ti preoccupare!anche io ci ho messo un po', quando mi hanno dato la ricetta!un bacio

 
Alle 8 febbraio 2012 17:11 , Blogger alice ha detto...

ciao stefy, anche io sono a pezzi...pensa che oggi non ho avuto un attimo libero...e questa sera ho una meravigliosa lezione di cucina, così poi domani pubblico tutto!
:)
propriop oggi pensavo che bello sarebbe partire per bali, io e Lui, senza cellulari o computer, solo io, Lui, bali, massaggi e cibo indonesiano...ahhh!un sogno...anche perchè fino a luglio...nada!
:(

 
Alle 8 febbraio 2012 17:13 , Blogger alice ha detto...

ciao Nina!è vero, con quei capelli era molto sozzani style!We love anyway!!
un bacio

 
Alle 8 febbraio 2012 23:36 , Blogger Francesca ha detto...

Ciao, ti ho passato il premio versatile blogger, a presto

 
Alle 9 febbraio 2012 10:01 , Anonymous Melania ha detto...

Grazie, grazie Alice per la magnifica ricetta delle mele,
io le amo sempre e poi fritte sotto forma di ciambelle,immaggino che meraviglia per il palato !!!
Le proverò al più presto non appena avrò finito di mangiare budino alla vaniglia e biscotti al cioccolato, fatti in casa, sai con il freddo sto abusando un po' con il cibo e certo le tue ricettine non aiutano proprio a star lontani da dolci e salati!!!!
Tanto alla fine come dici tu mancano ancora alcuni mesi alla prova costume ed infine per sentirmi meno in colpa ho intensificato le sedute in palestra....;)
Buona Giornata simpatica Otta!!!

Melania.

 
Alle 9 febbraio 2012 15:59 , Blogger alice ha detto...

grazie mille!un bacio!

 
Alle 9 febbraio 2012 15:59 , Blogger alice ha detto...

Cara melania, sono contenta che ti piaccia la ricetta!Che bontà dev'essere il tuo budino alla vaniglia e i biscotti...mandami ricetta!!!
E poi alla dieta ci penseremo!

 
Alle 10 febbraio 2012 19:43 , Anonymous Melania ha detto...

Cara Alice,
le ricette che ti darò sono molto ma molto semplici...

A)Budino:
-8 uova
-1l di latte
-180g di zucchero
-una stecca di vaniglia
Metti a bollire il latte con la stecca di vaniglia aperta , intanto sbatti le uova con lo zucchero aggiungi il latte solo quando si sarà intiepidito.
Infine versa tutto in uno stampo , ove precedentemente avrai sciolto dello zucchero e fatto il caramello che dovrà solidificare.
Inforna a 180 °C per 35 minuti, mi raccomando fai sempre la prova stecchino!!!!

B)i Biscotti li ho fatti con una semplice pasta frolla al cacao..

Ciao,
Melania.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page