Design wueek!

Come ogni design week: piove e fa freddo.


Come ogni design week: Milano viene letteralmente invasa. Immaginatevi una Milano fashion week. E quadruplicatela. Ehssisisignori miei. Perchè adesso è di moda la moda durante il design. Non c'è uno stilista che non riempia le sue vetrine di installazioni strane provenienti da qualche design nostrano o di Timbuktù.
Come ogni design week: l'iphone si imballa, Porta Genova è impraticabile e i taxi si auto proclamano dispersi piuttosto che affrontare Via  Tortona.
Come ogni Design week: la città è invasa di chiccosissimi ambulanti di cibo, da california bakery a lattughino, fino ad arrivare per focaccina.it, veuve cliquot e algida.#non vogliamo far deperire gli architetti. per la serie, i modaioli non mangiano, i designers scofano.
Tuttavia, questa sera ci diamo alla pazza gioia insieme alla mia amica Martina, detta Kit, in quanto abbiamo scoperto di essere separate alla nascita, quindi come Kit Kat ( io Kat, ndr).
Le aspirazioni sono alte: dal pop up store di Aesop che fa tanto Gwyneth Paltrow in trasferta italiana, fino a quello di Cos, dove ormai tutte hanno fatto shopping, tranne me tranne me tranne me.
Ovviamente sono ai poli opposti della città.
Ma noi come due brave Mary Poppins ci rifugeremo under my umbrella-ella-ella ella-ohoh e voleremo leggiadre tra una tappa e l'altra.
C'è Vionnet, questa sera con CraneWalk by Kristopher Kautz e il suo wood made to measure: ho googolato, perchè sinceramente fino a poco fa io proprio non avevo idea di chi potesse essere Mister Kautz.C'è Marni. C'è un atelier dedicato al tè. Ci sono i mitici materassi Hastens, che io sono per "l'andare ai materassi" philosophy. E poi adoro questi comodi letti svedesi, sono da sempre nella mia wish list. quelli si che potrebbero risollevare il problema della mia cervicale.
C'è persino un progetto per promuovere le biciclette.
Io vorrei tanto la nuova bici animalier di Dolce&Gabbana, per la cronaca.

close up outfit di oggi in onore del salone
ok: il clou di questo ensamble è il maglione rubato alla mia Dolce Metà.J'aime.

Posso solo dire: per fortuna c'è Wikipedia, che in un due secondi di googolata mi istruisce su questo e quel designer/scultura/installazione.
E poi, come ogni fashion week, ogni designer week che si rispetti ha il proprio circo: outfit improbabili, abbinamenti astrusi e scarpe bizzarre. Evviva il people watching.
Io intanto continuo a mangiare il mio pranzo vegetariano: farinata di ceci, tortino di miglio, centrifuga di mela e miso soup.
Una preghiera: design week ti prego non diventare snob come la fashion week milanese!
A noi ci piaci, oh cara design week, perchè sei ruspante, perchè una salsiccia e una birra in centro a Milano fa tanto vacanza e soprattutto perchè gli eventi sono open&free&wild.
Intanto fuori piove piove piove, grandina persino: tra poco berrò il mio british tea delle 5 di pomeriggio, e ascolterò gli scrosci d'acqua sulla finestra. Ah, io Amo la Pioggia. Mi piace l'odore che lascia nell'aria, mi piace camminare nelle pozzanghere, mi piace il rumore che fa. Insomma. amo.
Salvo ovviamente quando abbiamo una seratina around Milan programmata.
Ce ne faremo una ragione. Rifugiandoci e foraggiandoci in qualche ristorantino della Milano da bere, e sostituendo gli stivali scamosciati di Jil Sander con i mitici hunter lasciati provvidenzialmente sotto la scrivania.
Hip hip urrà.





a gipsy in the kitchen | love, food, fashion.: Design wueek!

mercoledì 18 aprile 2012

Design wueek!

Come ogni design week: piove e fa freddo.


Come ogni design week: Milano viene letteralmente invasa. Immaginatevi una Milano fashion week. E quadruplicatela. Ehssisisignori miei. Perchè adesso è di moda la moda durante il design. Non c'è uno stilista che non riempia le sue vetrine di installazioni strane provenienti da qualche design nostrano o di Timbuktù.
Come ogni design week: l'iphone si imballa, Porta Genova è impraticabile e i taxi si auto proclamano dispersi piuttosto che affrontare Via  Tortona.
Come ogni Design week: la città è invasa di chiccosissimi ambulanti di cibo, da california bakery a lattughino, fino ad arrivare per focaccina.it, veuve cliquot e algida.#non vogliamo far deperire gli architetti. per la serie, i modaioli non mangiano, i designers scofano.
Tuttavia, questa sera ci diamo alla pazza gioia insieme alla mia amica Martina, detta Kit, in quanto abbiamo scoperto di essere separate alla nascita, quindi come Kit Kat ( io Kat, ndr).
Le aspirazioni sono alte: dal pop up store di Aesop che fa tanto Gwyneth Paltrow in trasferta italiana, fino a quello di Cos, dove ormai tutte hanno fatto shopping, tranne me tranne me tranne me.
Ovviamente sono ai poli opposti della città.
Ma noi come due brave Mary Poppins ci rifugeremo under my umbrella-ella-ella ella-ohoh e voleremo leggiadre tra una tappa e l'altra.
C'è Vionnet, questa sera con CraneWalk by Kristopher Kautz e il suo wood made to measure: ho googolato, perchè sinceramente fino a poco fa io proprio non avevo idea di chi potesse essere Mister Kautz.C'è Marni. C'è un atelier dedicato al tè. Ci sono i mitici materassi Hastens, che io sono per "l'andare ai materassi" philosophy. E poi adoro questi comodi letti svedesi, sono da sempre nella mia wish list. quelli si che potrebbero risollevare il problema della mia cervicale.
C'è persino un progetto per promuovere le biciclette.
Io vorrei tanto la nuova bici animalier di Dolce&Gabbana, per la cronaca.

close up outfit di oggi in onore del salone
ok: il clou di questo ensamble è il maglione rubato alla mia Dolce Metà.J'aime.

Posso solo dire: per fortuna c'è Wikipedia, che in un due secondi di googolata mi istruisce su questo e quel designer/scultura/installazione.
E poi, come ogni fashion week, ogni designer week che si rispetti ha il proprio circo: outfit improbabili, abbinamenti astrusi e scarpe bizzarre. Evviva il people watching.
Io intanto continuo a mangiare il mio pranzo vegetariano: farinata di ceci, tortino di miglio, centrifuga di mela e miso soup.
Una preghiera: design week ti prego non diventare snob come la fashion week milanese!
A noi ci piaci, oh cara design week, perchè sei ruspante, perchè una salsiccia e una birra in centro a Milano fa tanto vacanza e soprattutto perchè gli eventi sono open&free&wild.
Intanto fuori piove piove piove, grandina persino: tra poco berrò il mio british tea delle 5 di pomeriggio, e ascolterò gli scrosci d'acqua sulla finestra. Ah, io Amo la Pioggia. Mi piace l'odore che lascia nell'aria, mi piace camminare nelle pozzanghere, mi piace il rumore che fa. Insomma. amo.
Salvo ovviamente quando abbiamo una seratina around Milan programmata.
Ce ne faremo una ragione. Rifugiandoci e foraggiandoci in qualche ristorantino della Milano da bere, e sostituendo gli stivali scamosciati di Jil Sander con i mitici hunter lasciati provvidenzialmente sotto la scrivania.
Hip hip urrà.





22 Commenti:

Alle 18 aprile 2012 15:42 , Anonymous A...lessandra ha detto...

Stupendaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!
outfit, post/musical, descrizione perfetta della design week (che mi fa tanto disperare quando devo pianificare trasferte ai miei dirigens in quella settimana)...
TU SEI BELLISSIMA in George for Stella McCartney!
Tu sei bellissima dentro, fuori e tutt'intorno (e sono etero etero etero, vi giuro!)
Ti adoro stellina bella...

 
Alle 18 aprile 2012 15:50 , Blogger alice ha detto...

ahahaha ale sei un mito...sto ancora sorridendo.
Sei una dolcezza.
love

(top george in stella)

 
Alle 18 aprile 2012 15:58 , Anonymous A...lessandra ha detto...

;))

 
Alle 18 aprile 2012 16:08 , Anonymous Stefy ha detto...

Vabbè... però con due post ci vizi! ;-)
ecco: pure in questo milano e roma sono diverse... e io in periodi come questo vorrei tanto essere a Milano! però portandomi dietro il sole romano, chiaro!
ma quanto sei cool in giro per milano con addosso uno Stella original???
grande Otta! divertiti!
Stefy

ps non credere che ci siamo dimenticate: vogliamo il seguito del racconto della vacanza a NYC!!!

 
Alle 18 aprile 2012 16:20 , Blogger alice ha detto...

:)
hai ragione, ma cerco di farlo questo weekend: sto scaricando le foto serie, quelle fatte con la super canon, così da poter meglio documentare il post...!
;)

 
Alle 18 aprile 2012 17:14 , Blogger Francesca ha detto...

che nostalgia i design week....io li frequentavo esattamente 10 anni fa! prima della mia vita Romana. buon divertimento!!!

 
Alle 18 aprile 2012 17:47 , Blogger alice ha detto...

ciao francesca!guarda qui piove, fa freddissimo e non ci si muove perchè è tutto bloccato...è diventata un delirio questa settimana!
:()
un bisoudoux

 
Alle 18 aprile 2012 18:07 , Anonymous Elena ha detto...

Ali Ali, ancora un post..non riesco a starti dietro (scherzo, tu ci vizi!!)
ammappate che gambe che hai, ma il tuo Giorgione non è geloso?
ogni anno mio marito mi promette di portarmi al salone del mobile (si chiama ancora così??) da ca. 25 anni... ma se dici che è tutto un delirio forse ci ripenso..a me piace moltissimo l'arredamento (da buon toro per me la casa è importantissima e deve essere calda ed accogliente). Solo che certe volte mi piace tutto bianco e legno naturale per poi desiderare tutto colorato..(sarò forse un po' instabile??)
comunque vi auguro una bellissima e frizzante serata tu e la tua Kit!! (io invece una seratina molto meno frizzante: riunione con l'allenatore del minibasket, uau!!)
p.s.: anch'io da fidanzata indossavo il maglione di mio marito per sentire il suo odore...
BACI BACI A TUTTE LE OTTAGIRLS

 
Alle 18 aprile 2012 18:19 , Blogger alice ha detto...

ahaha no, non è geloso...anzi!
guarda del salone del mobile è più divertente il fuori salone..ma sta diventando un casino pazzesco.
anche io facevo mini basket da piccolina!quanti ricordi..
sisisi oggi con addosso il maglione della mia Dolce Metà mi sento protetta.
un abbraccio forte

 
Alle 18 aprile 2012 18:25 , Anonymous GiorgiaEugenia ha detto...

Ciao Otta,

anche io ho in programma un bel giretto per stasera, ma rigorosamente con trench e stivali da pioggia ai piedi!

Hai proprio ragione, durante le fashion weeks tutti a stecchetto, non si vedo l'ombra di una tartina, invece durante il fuorisalone spuntano punti ristoro deliziosi ovunque...io voglio l'ape verde menta di California Bakery è troppo bella, già mi ci vedo alla guida ;)

Buon divertimento chèrie!

 
Alle 18 aprile 2012 19:39 , Anonymous Margot ha detto...

Alice ma sei stupenda! Complimenti per il super look! Buona serata e un grande abbraccio! Baci

 
Alle 18 aprile 2012 20:05 , Anonymous Anonimo ha detto...

Con quelle gambe e l'aria parisienne sei pronta per Garance Dorè..evvai! Nina

 
Alle 18 aprile 2012 21:51 , Anonymous Melania ha detto...

Che stile cara, con il maglione del tuo lui,
e che gambe brava i 6 km hanno dato alla fine buoni frutti, complimentissimiii!!!
Per quanto riguarda design week, ci credo bene che vengono tutti a Milano, spero che riuscirai a catturarci qualche bella novità o stravaganza per noi.

 
Alle 19 aprile 2012 00:51 , Anonymous Anonimo ha detto...

ma sai che guardando di primo acchito la seconda foto mi sembrava che fosse Sarah Jessica Parker! WOW
Stefania mamma di Vittoria

 
Alle 19 aprile 2012 09:40 , Blogger alice ha detto...

Ciao a te carriiinnaaa!come stai?
Io causa freddo ieri sera sono malaticcia. Sigh.

 
Alle 19 aprile 2012 09:41 , Blogger alice ha detto...

Eheh magari!
Sei troppo buona cherie!
Un bacio

 
Alle 19 aprile 2012 09:42 , Blogger alice ha detto...


Melania sei troppo gentile!!
Ieri tra freddo e pioggia.. Ci siamo rifugiati al calduccio del ristorante !!!
Bisou

 
Alle 19 aprile 2012 09:43 , Blogger alice ha detto...

Sei troppo gentile Stefania! Mi fai arrossire!❤❤❤

 
Alle 19 aprile 2012 10:48 , Anonymous laura ha detto...

ciao Alice! bello il maglione portato così!! non scrivo tanto ultimamente ma Ti leggo sempre! infatti leggendoti ho scoperto dello store Cos mi dici per cortesia dov'è? corso venezia? anch'io sarò a milano da domani fino a domenica per il salone! baci Laura

 
Alle 19 aprile 2012 11:44 , Blogger alice ha detto...

ciao laura!
lo store cos è in zona lambrate: via ventura 15, sopra il padiglione ikea!
bacini
xxxx

 
Alle 19 aprile 2012 11:53 , Anonymous laura ha detto...

Grazie mille Alice! un abbraccio in attesa di altre foto da NY se ci saranno. baci

 
Alle 19 aprile 2012 12:03 , Blogger alice ha detto...

ci saranno, ci saranno..!
;)

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page