Gipsy imperfetta

Quando Justine e Chiara mi hanno chiesto se volevo partecipare al contest di Kinder Cereali ho pensato: ecco, mi ci manca solo in questo momento di fermarmi e fare una summa dei miei difetti che così poi altro che barrette di cioccolato devo mangiarmi per sopperire alla depressione.

In realtà è stato catartico: se non altro per fermarsi e capire dove c'è spazio di miglioramento, ancora O dove invece non c'è proprio speranza. O mi prendi così, o saluti e baci, per intenderci.

Quindi ecco.
Come diceva una canzone di difetti ne ho talmente tanti che nemmeno io li so.


Di sicuro i primi tre che rientrano nella gestione del mio quotidiano sono anche i più palesi:

- non so risparmiare. Arg. Non solo. Sono totalmente negata in matematica, perdo pezzi e questo non solo preoccupa mia mamma, mio padre e il mio direttore di banca, ma per me è veramente un grande problema. Ho addirittura pensato, a volte, che l'Uomo della mia vita stia nascondendosi da me perchè sa quanto io sia pessima in economia domestica. Una sorta di punizione per intenderci. Vado in rosso, risalgo - raramente- e poi mi trovo a non dormirci la notte. Veno, rivendo e mi affanno per far quadrare conti. Rimango basita perché comunque non mi sembra di essere una versione androide di I Love shopping. Eppure...

- sono smemorata: totale. Vivo di post it, sveglie sull'iphone, agende e quaderni pieni di appunti. Non ce n'è. Perdo pezzi, chiavi, abiti, calzini, collant, appuntamenti, tutto insomma.

- sono ansiosa: oh che cavoli, si. Nonostante io sembri totalmente pacifica e molto zen, devo ammettere che dentro di me è un vulcano, un fiume in piena di paranoie, di " e se", "ma", "uh cielo", rivestiti da unicorni e orsetti volanti. A volte rido io stessa della realtà parallela e catastrofica che le mie ansie costruiscono in certi momenti.

- Sono insicura. La frangia non mi sta bene, il naso è troppo grande, uh cielo ho mangiato cipolla forse?, magari mi cambio abito che questo mi fa troppo grassa, diamine come sono bassa, ho bisogno di cipria che la mia zona T luccica. Insomma, morale: non mi vado mai bene.

Poi..ah beh.
Poi più ci penso più me ne vengono: sono stonata, e mi ostino a cantare sopra le canzoni.
Non so stirare.
Non rifaccio mai il letto.
Ho delle serie difficoltà a fare la pasta frolla.
Guardo troppo l'iphone e fotografo ogni piatto di cibo che mi passa sotto le grinfie.
Non so tenere i segreti.
Ho i capelli indomabili e aggiungici pure che odio pettinarli.
Sono kitsch - anche se tento di nasconderlo fingendomi chic.
Sono permalosa: all'ennesima potenza.
Storpio le parole.
Sono umorale.
Sono meteoropatica.
A volte soffro pure di vittimismo detta anche sindrome del Calimero.

Vabè.

Ma sono anche molto fortunata, che ho una famiglia intorno di amici meravigliosi che fanno sembrare ogni mio asterisco,
* una stella *

Chi con un abbraccio, chi con un bicchiere di vino, chi con un sorriso: ma mi fanno sentire meglio che Miss Universo al momento dell'incoronazione.

qui il post:

http://www.lefunkymamas.com/limperfezione-gipsy/
a gipsy in the kitchen | love, food, fashion.: Gipsy imperfetta

mercoledì 13 novembre 2013

Gipsy imperfetta

Quando Justine e Chiara mi hanno chiesto se volevo partecipare al contest di Kinder Cereali ho pensato: ecco, mi ci manca solo in questo momento di fermarmi e fare una summa dei miei difetti che così poi altro che barrette di cioccolato devo mangiarmi per sopperire alla depressione.

In realtà è stato catartico: se non altro per fermarsi e capire dove c'è spazio di miglioramento, ancora O dove invece non c'è proprio speranza. O mi prendi così, o saluti e baci, per intenderci.

Quindi ecco.
Come diceva una canzone di difetti ne ho talmente tanti che nemmeno io li so.


Di sicuro i primi tre che rientrano nella gestione del mio quotidiano sono anche i più palesi:

- non so risparmiare. Arg. Non solo. Sono totalmente negata in matematica, perdo pezzi e questo non solo preoccupa mia mamma, mio padre e il mio direttore di banca, ma per me è veramente un grande problema. Ho addirittura pensato, a volte, che l'Uomo della mia vita stia nascondendosi da me perchè sa quanto io sia pessima in economia domestica. Una sorta di punizione per intenderci. Vado in rosso, risalgo - raramente- e poi mi trovo a non dormirci la notte. Veno, rivendo e mi affanno per far quadrare conti. Rimango basita perché comunque non mi sembra di essere una versione androide di I Love shopping. Eppure...

- sono smemorata: totale. Vivo di post it, sveglie sull'iphone, agende e quaderni pieni di appunti. Non ce n'è. Perdo pezzi, chiavi, abiti, calzini, collant, appuntamenti, tutto insomma.

- sono ansiosa: oh che cavoli, si. Nonostante io sembri totalmente pacifica e molto zen, devo ammettere che dentro di me è un vulcano, un fiume in piena di paranoie, di " e se", "ma", "uh cielo", rivestiti da unicorni e orsetti volanti. A volte rido io stessa della realtà parallela e catastrofica che le mie ansie costruiscono in certi momenti.

- Sono insicura. La frangia non mi sta bene, il naso è troppo grande, uh cielo ho mangiato cipolla forse?, magari mi cambio abito che questo mi fa troppo grassa, diamine come sono bassa, ho bisogno di cipria che la mia zona T luccica. Insomma, morale: non mi vado mai bene.

Poi..ah beh.
Poi più ci penso più me ne vengono: sono stonata, e mi ostino a cantare sopra le canzoni.
Non so stirare.
Non rifaccio mai il letto.
Ho delle serie difficoltà a fare la pasta frolla.
Guardo troppo l'iphone e fotografo ogni piatto di cibo che mi passa sotto le grinfie.
Non so tenere i segreti.
Ho i capelli indomabili e aggiungici pure che odio pettinarli.
Sono kitsch - anche se tento di nasconderlo fingendomi chic.
Sono permalosa: all'ennesima potenza.
Storpio le parole.
Sono umorale.
Sono meteoropatica.
A volte soffro pure di vittimismo detta anche sindrome del Calimero.

Vabè.

Ma sono anche molto fortunata, che ho una famiglia intorno di amici meravigliosi che fanno sembrare ogni mio asterisco,
* una stella *

Chi con un abbraccio, chi con un bicchiere di vino, chi con un sorriso: ma mi fanno sentire meglio che Miss Universo al momento dell'incoronazione.

qui il post:

http://www.lefunkymamas.com/limperfezione-gipsy/

14 Commenti:

Alle 13 novembre 2013 12:56 , Blogger LiV ha detto...

La sindrome di Calimero!!! Gipsy adorata, anch'io ne soffro e anch'io la chiamo proprio proprio così!!!
:-) :-) :-)
… ma quanto sono belle le persone imperfette, consapevoli di esserlo, serene con se stesse…. e per questo amate alla stragrande! Perché è la nostra originalità declinata anche in quel mix di talenti e imperfezioni a renderci davvero speciali! <3

 
Alle 13 novembre 2013 16:25 , Blogger Maria Katia Doria ha detto...

Ho letto d'un fiato, con il sorriso stampato fisso, perchè ti adoro e questo lo sai già ( l'altro ieri ti ho pure citata nel mio blog) e tutti quei difetti non saranno poi così gravi come racconti.
E poi la frangia ti sta davvero molto bene.

La tua fedelissima lettrice
MK

 
Alle 13 novembre 2013 19:39 , Blogger Mimma Zizzo ha detto...

in una parola sola sei una "gemelli". Comunque anch'io mentre leggevo il tuo elenco sorridevo...e pensavo che anche a te tua figlia ti chiamerà "mamma pasticciona" e poi scoppierete a ridere. La mia ha solo 3 anni ma ha capito tutto. Però per fortuna sembra pasticciona pure lei....

 
Alle 14 novembre 2013 09:41 , Anonymous A...lessandra ha detto...

che bella!!!imperfetta, ma bella! <3

 
Alle 14 novembre 2013 14:30 , Anonymous Elena ha detto...

Cara Alice,
proprio oggi mia figlia mi ha detto che le piaccio tanto perché sono pasticciona!
diciamo che in questo ruolo mi sono sempre un po' crogiolata perché in fondo essere pasticcioni suscita anche simpatia e vista l'età mi sa che non migliorerò più.
Non ti dico le risate che si fanno in famiglia vedendo vecchi filmini di me che scio o scendo sul bob urlando oppure mentre cerco di scendere da un canotto...
comunque tu sei adorabile così!!!!!!

 
Alle 15 novembre 2013 15:55 , Anonymous Anonimo ha detto...

gipsy è imperfetta come tutto il mondo lo è.
è il frutto di un mondo imperfetto, dove , a volte ,nelle miniere di diamanti si trovano pietre così rare, che tutto il modo si ferma sbigottito ad osservarle. ma sarà solo la mano dell'uomo a plasmarle ed a renderle splendide. le tue "imperfezioni" sono 4,lo dici tu,indulgente con te stessa. sono le 4 che ti preoccupano molto. ma xè vivere male allora'? coraggio, credici, una per volta, dalla peggiore in avanti, che sarà mai,sarai mica la smidolallata del mondo gipsy? volere è potere, sei solo tu che lo puoi fare, quindi se non ci riesci è xè non vuoi.quando sei stata aiutata non ti sei impegnata,ora alla tua età crogiolarsi nei guai significa cercarsi unavita di ansie e panico.

 
Alle 15 novembre 2013 16:35 , Blogger alice agnelli ha detto...

cuori a profusione per te chèrie.

 
Alle 15 novembre 2013 16:35 , Blogger alice agnelli ha detto...

adorata MK dici della frangia?
qui ho feedback contrastanti...ehehehe
cuori per te

 
Alle 15 novembre 2013 16:36 , Blogger alice agnelli ha detto...

Evviva noi gemelline!
ed evviva tutti i nostri pasticci!
<3

 
Alle 15 novembre 2013 16:36 , Blogger alice agnelli ha detto...

<3

 
Alle 15 novembre 2013 16:37 , Blogger alice agnelli ha detto...

cuori per te. Evviva noi pasticcione, che alla fine siamo delle pasticcine piene di fragola!
:)

 
Alle 15 novembre 2013 16:38 , Blogger alice agnelli ha detto...

e chi si crogiola....qui si attacca e si spostano limiti, facendoli diventare nuovi obbiettivi, senza troppi drammi.
baci anche a te

 
Alle 18 novembre 2013 00:41 , Blogger Clo ha detto...

Ma quali difetti ? Hai 3874 di quei pregi che 4 difetti non sono nulla!! Un abbraccio forte
clo

 
Alle 18 novembre 2013 00:46 , Blogger Clo ha detto...

Ma quali difetti ? Hai 3874 di quei pregi che 4 difetti non sono nulla!! Un abbraccio forte
clo

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page