The Glow - Alessandra, Funky mama

Alessandra e Lucia, 32 anni la mamma, 7 mesi la pupa.
Alessandra: eravamo in classe insieme al liceo. E lei era una brava, una di quelle che ha sempre e solo ottimi voti.
Ma non basta: lei è sempre andata oltre, contestando, questionando, andando a fondo di qualsiasi argomento, discussione, problema.
Occhi profondi, vivaci, scrutatori, gentili, buoni.
Gli stessi occhi di Lucia, adesso.
Alessandra, mamma fiera, amorosa, attenta, ma hippie, una mamma che ride e che canta alla sua bambina. Una mamma che già sogna oltre.
E un piccolo fagottino dolce che profuma di marmellata, e che ha tutte le caratteristiche per trasformarsi in una futura piccola foodie, come la sua mamma.
Alessandra che lavora al marketing di un birrificio, e che è a questo punto la maggiore esperta di luppoli e malti, ma che ha un suo blog, http://alittam.blogspot.it/,  dove scrive annota e vive ogni pensiero, ogni giornata uggiosa, di quelle piovose che ci piacciono tanto, ogni ricetta preparata per amore e con amore.




Quando ti sei sentita mamma, per la prima volta?

Ancora faccio fatica a crederci ! Me ne dimentico, poi a un tratto guardo Lucia e mi dico « Porca misera, ma io sono sua mamma ! Sono la mamma di qualcuno ! » A volte io e Ste la guardiamo e ci diciamo « Ma ci pensi che l’abbiamo fatta noi ? »

Cosa sogni per la tua bambina?

Che abbia fortuna, coraggio, e anche un po’ di incoscienza. 

Qual'è la sua pappa preferita?
L’ultima passione del momento è lo yogurt bianco intero. Lo adora con la frutta frullata ma anche senza niente. Alice che ha assistito alla merenda ne sa qualcosa !

Quale viaggio vorresti fare con lei?

Assolutamente a Londra. Ho già in mente tutte le tappe : Natural History Museum, un salto allo zoo di Regent’s Park, shopping da Hamley’s, e poi a mangiare i ramen. E ovviamente, non appena sarà abbastanza grande, anche un musical, che sono la grande passione mia e di Stefano.

Qual'è il rituale di bellezza che speri di tramandarle?

Crema idratante, sempre e comunque. Sulle mani e sul viso prima di dormire, sul corpo dopo la doccia, con protezione solare d’estate e bella ricca di idratanti d’inverno. E poi bere tanta acqua. La pelle va curata da dentro.

Qual'è il tuo must have per i prodotti di Lucia?

Per fare la nanna : uno straccetto di lino da tenere in mano, stropicciare, passarsi sul visino… è il suo calmante naturale. Anche io ero innamorata dei miei straccetti da bambina, e infatti quelli che usa ora Lucia sono i miei di allora.
Per andare in giro siamo stra-innamorate del mei tai, una fascia di stoffa che è comodissima e ci permette di stare tutte abbracciate mentre andiamo in giro… mille volte più comodo di 
un passeggino, soprattutto in città dove tra gradini e buche è difficilissimo. Ne abbiamo uno rosso a fiorelloni anni ’70 con il quale non passiamo mai inosservate. 

 
Mei tai

Una canzone per Lucia

« You are my sunshine » la prima canzone che le ho cantato e, anche adesso, l’unica che riesce a rilassarla, calmarla e farla addormentare.


La tua lista di must have

- La mia famiglia e i miei amici. Anche se non siamo vicini, anche se non ci vediamo tutti i giorni, sapere che ci sono mi dà tranquillità.
- Una dispensa e un frigo sempre pieni. Perché non si sa mai, può venirti voglia di cucinare una determinata cosa e devi assolutamente avere gli ingredienti pronti.
- Una playlist che comprenda canzoni vecchie e qualcuna più recente, da ascoltare rigorosamente in modalità shuffle.
- Le mie Birkenstock quando torno a casa.
- Una tazza di caffé appena inizio a lavorare.
- Tante giornate piovose e uggiose.
- Una coperta sul divano.
- Due o tre libri sul comodino – uno impegnativo, uno più leggero, uno da rileggere.
- Un film da vedere.


Educazione civica: manca molto purtroppo nel nostro paese: non c'è rispetto per l'ambiente che ci circonda e siamo attorniati da atteggiamenti sciatti e cialtroni. Come pensi di insegnare a lucia il senso della natura?

Probabilmente la mia Lucia crescerà in Svizzera, dove è nata. Qua il senso civico è ben diverso da quello dell’Italia, e spero che lo impari dagli Svizzeri. Secondo me i bambini devono essere il più possibile a contatto con la natura, i fiori, gli animali, l’acqua del lago e del mare… hanno un istinto naturale che li fa amare tutte queste cose, e questo istinto va assecondato.

Le tre r: rispetto verso te stessa, verso gli altri e responsabilità delle proprie azioni. Come si fa a insegnarlo?

Lo si insegna dando per primi l’esempio. I bambini imparano dai genitori, da chi hanno attorno. Essendo persone coerenti possiamo insegnare ai nostri figli a esserlo a loro volta.

C'è chi cresce i propri bambini con una dieta completamente vegetariana: che ne pensi?

Personalmente penso che sia meglio fare provare un po’ di tutto ai bambini e poi lasciare che siano loro a scegliere, quando potranno, quale sarà la loro dieta. Ma complimenti al genitore che riesce a fornire un’alimentazione completa di tipo esclusivamente vegetariano al proprio figlio : ci vuole una costanza e un’attenzione maggiore rispetto al resto degli onnivori.

progetto in collaborazione con le Funky mamas: un adorabile triumvirato di mamme cool, rock e dal cuore frizzante.Se cliccate qui, you can read more!
Ogni lunedì incontri magici e incantevoli e interviste alle mamme più funkyPhotos and interview by me!


a gipsy in the kitchen | love, food, fashion.: The Glow - Alessandra, Funky mama

lunedì 30 aprile 2012

The Glow - Alessandra, Funky mama

Alessandra e Lucia, 32 anni la mamma, 7 mesi la pupa.
Alessandra: eravamo in classe insieme al liceo. E lei era una brava, una di quelle che ha sempre e solo ottimi voti.
Ma non basta: lei è sempre andata oltre, contestando, questionando, andando a fondo di qualsiasi argomento, discussione, problema.
Occhi profondi, vivaci, scrutatori, gentili, buoni.
Gli stessi occhi di Lucia, adesso.
Alessandra, mamma fiera, amorosa, attenta, ma hippie, una mamma che ride e che canta alla sua bambina. Una mamma che già sogna oltre.
E un piccolo fagottino dolce che profuma di marmellata, e che ha tutte le caratteristiche per trasformarsi in una futura piccola foodie, come la sua mamma.
Alessandra che lavora al marketing di un birrificio, e che è a questo punto la maggiore esperta di luppoli e malti, ma che ha un suo blog, http://alittam.blogspot.it/,  dove scrive annota e vive ogni pensiero, ogni giornata uggiosa, di quelle piovose che ci piacciono tanto, ogni ricetta preparata per amore e con amore.




Quando ti sei sentita mamma, per la prima volta?

Ancora faccio fatica a crederci ! Me ne dimentico, poi a un tratto guardo Lucia e mi dico « Porca misera, ma io sono sua mamma ! Sono la mamma di qualcuno ! » A volte io e Ste la guardiamo e ci diciamo « Ma ci pensi che l’abbiamo fatta noi ? »

Cosa sogni per la tua bambina?

Che abbia fortuna, coraggio, e anche un po’ di incoscienza. 

Qual'è la sua pappa preferita?
L’ultima passione del momento è lo yogurt bianco intero. Lo adora con la frutta frullata ma anche senza niente. Alice che ha assistito alla merenda ne sa qualcosa !

Quale viaggio vorresti fare con lei?

Assolutamente a Londra. Ho già in mente tutte le tappe : Natural History Museum, un salto allo zoo di Regent’s Park, shopping da Hamley’s, e poi a mangiare i ramen. E ovviamente, non appena sarà abbastanza grande, anche un musical, che sono la grande passione mia e di Stefano.

Qual'è il rituale di bellezza che speri di tramandarle?

Crema idratante, sempre e comunque. Sulle mani e sul viso prima di dormire, sul corpo dopo la doccia, con protezione solare d’estate e bella ricca di idratanti d’inverno. E poi bere tanta acqua. La pelle va curata da dentro.

Qual'è il tuo must have per i prodotti di Lucia?

Per fare la nanna : uno straccetto di lino da tenere in mano, stropicciare, passarsi sul visino… è il suo calmante naturale. Anche io ero innamorata dei miei straccetti da bambina, e infatti quelli che usa ora Lucia sono i miei di allora.
Per andare in giro siamo stra-innamorate del mei tai, una fascia di stoffa che è comodissima e ci permette di stare tutte abbracciate mentre andiamo in giro… mille volte più comodo di 
un passeggino, soprattutto in città dove tra gradini e buche è difficilissimo. Ne abbiamo uno rosso a fiorelloni anni ’70 con il quale non passiamo mai inosservate. 

 
Mei tai

Una canzone per Lucia

« You are my sunshine » la prima canzone che le ho cantato e, anche adesso, l’unica che riesce a rilassarla, calmarla e farla addormentare.


La tua lista di must have

- La mia famiglia e i miei amici. Anche se non siamo vicini, anche se non ci vediamo tutti i giorni, sapere che ci sono mi dà tranquillità.
- Una dispensa e un frigo sempre pieni. Perché non si sa mai, può venirti voglia di cucinare una determinata cosa e devi assolutamente avere gli ingredienti pronti.
- Una playlist che comprenda canzoni vecchie e qualcuna più recente, da ascoltare rigorosamente in modalità shuffle.
- Le mie Birkenstock quando torno a casa.
- Una tazza di caffé appena inizio a lavorare.
- Tante giornate piovose e uggiose.
- Una coperta sul divano.
- Due o tre libri sul comodino – uno impegnativo, uno più leggero, uno da rileggere.
- Un film da vedere.


Educazione civica: manca molto purtroppo nel nostro paese: non c'è rispetto per l'ambiente che ci circonda e siamo attorniati da atteggiamenti sciatti e cialtroni. Come pensi di insegnare a lucia il senso della natura?

Probabilmente la mia Lucia crescerà in Svizzera, dove è nata. Qua il senso civico è ben diverso da quello dell’Italia, e spero che lo impari dagli Svizzeri. Secondo me i bambini devono essere il più possibile a contatto con la natura, i fiori, gli animali, l’acqua del lago e del mare… hanno un istinto naturale che li fa amare tutte queste cose, e questo istinto va assecondato.

Le tre r: rispetto verso te stessa, verso gli altri e responsabilità delle proprie azioni. Come si fa a insegnarlo?

Lo si insegna dando per primi l’esempio. I bambini imparano dai genitori, da chi hanno attorno. Essendo persone coerenti possiamo insegnare ai nostri figli a esserlo a loro volta.

C'è chi cresce i propri bambini con una dieta completamente vegetariana: che ne pensi?

Personalmente penso che sia meglio fare provare un po’ di tutto ai bambini e poi lasciare che siano loro a scegliere, quando potranno, quale sarà la loro dieta. Ma complimenti al genitore che riesce a fornire un’alimentazione completa di tipo esclusivamente vegetariano al proprio figlio : ci vuole una costanza e un’attenzione maggiore rispetto al resto degli onnivori.

progetto in collaborazione con le Funky mamas: un adorabile triumvirato di mamme cool, rock e dal cuore frizzante.Se cliccate qui, you can read more!
Ogni lunedì incontri magici e incantevoli e interviste alle mamme più funkyPhotos and interview by me!


14 Commenti:

Alle 30 aprile 2012 11:32 , Anonymous Stefy ha detto...

:-)
bravissima!!!
Stefy

[ti commento sul sito]

 
Alle 30 aprile 2012 11:33 , Blogger alice ha detto...

grazie stefy!

 
Alle 30 aprile 2012 13:54 , Anonymous Elena ha detto...

che belle amiche che hai Alice!! e cosa non è Lucia...bella bella bella, con quei piedini cicciottelli poi, tutti da mordicchiare..Si vede dallo sguardo che è una bambina sveglia e intelligente, brava Alice, hai fatto di nuovo centro!!

Stefy: ma stai lavorando oggi?? sei proprio una stakanovista....
baci baci

 
Alle 30 aprile 2012 14:01 , Blogger ALittaM ha detto...

Yeaaaahhh!

Grazie Ali per il bel pomeriggio... siamo state benissimo, la piccola hippie Lucia era stra-contenta e le tue madeleine, OMG, deliziose.

Non vedo l'ora di passare altro tempo con te a scambiarci ricette e parlare delle cose belle della vita mentre Lucia mordicchia la sua giraffina. Un bacione doppio!

 
Alle 30 aprile 2012 15:13 , Blogger alice ha detto...

è vero elena, sono proprio belle e dolci...e quei piedini..oh quei piedini!

 
Alle 30 aprile 2012 15:13 , Blogger alice ha detto...

grazie a voi. siete adorabili e meravigliose. a sabato. un bacino baicolo

 
Alle 30 aprile 2012 15:37 , Anonymous Stefy ha detto...

Ciao!!!
lavoro da casa... è il "bello" di fare due lavori contemporaneamente! ma dato che quello che faccio da casa è un mio progetto... pesa un pò meno!
alle 17 pilates: è li che sono stakanovista ;-)
anche in svizzera festeggiate il 1 maggio?
baci
Stefy

 
Alle 30 aprile 2012 16:38 , Anonymous Elena ha detto...

hai ragione Stefy, quando è un "nostro" progetto le ore passano senza accorgersene!!
si anche in Svizzera!! (sai che è appena stata bocciata una votazione che chiedeva 6 settimane di vacanza al posto delle 4 attuali??)..chi li capisce questi svizzeri (io sono nata in CH ma il DNA è italiano, ovvio!!) buon Pilates, baci

 
Alle 30 aprile 2012 20:05 , Anonymous Stefy ha detto...

ragazze: frittata con gli asparigi in forno... ma ho già iniziato: l'armadio è già mezzo vuoto... fatemi l'imbocca al lupo! speriamo di finire a sistemare tutto entro domani :-(
tu Otta l'hai fatto il cambio dell'armadio?
baci
Stefy

 
Alle 30 aprile 2012 22:46 , Anonymous A...lessandra ha detto...

Che dolci!!!
Mi piace tantissimo questo progetto chérie!!!
Un bacino grande

 
Alle 1 maggio 2012 10:34 , Anonymous Elena ha detto...

frittata con gli asparagi in forno: la cucini in forno così non usi olio?
mi sa che la nostra Otta non ha nemmeno aperto l'anta dell'armadio!! sarà in modalità divano e copertina ci scommetto..qui diluvia!!!!
Stefy: non vai al concerto del primo maggio? (troppa folla forse..) buon pomeriggio girls!!

 
Alle 1 maggio 2012 13:46 , Blogger alice ha detto...

 
Alle 1 maggio 2012 13:47 , Blogger alice ha detto...

Ancora in alto mare con cambio armadi..disastro.

 
Alle 1 maggio 2012 13:48 , Blogger alice ha detto...

Io ancora in alto mare con il cambio armadi!

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page