London Calling - from marieclaire.it with love


London Calling.
Ovvero, how can you mend a broken heart.


C'è questo tacito assenso tra me, la mia zia, e le mie cugine: in momenti di crisi, di cuori stropicciati, di lacrime e di perplessità, ci si ritrova a Londra.
E quindi eccoci tutte e quattro. Questa volta ero io ad avere bisogno di soccorsi immediati.
Quindi si: Londra.
Londra, perchè mia zia abita lì, perchè mettere un po' di oceano di mezzo tra i nostri piccoli rock and roll heart e tutto il resto fa sempre bene, perchè gli odori e i profumi di Portobello ti annebbiano la mente, perchè camminare tra parchi e quelle strade ti da l'idea di essere un po' Wendy alla ricerca del suo Peter Pan perduto, perchè puoi comprare gingilli da appenderti al collo a mò di collana che costano 20 sterline e ti senti subito una regina, perchè poi mia zia ha un camino a casa.

gingilli da 20£ che ti fanno sentire una regina del paese delle meraviglie

Perchè il tempo di Londra è sempre uggioso e quando si sta così, è rincuorante accoccolarsi dentro quelle nuvole.
Perchè le bancherelle dei fiori agli angoli della strada sono fatate.
Perchè c'è la mia liberia perferita: books for cooks.
Perchè parlare inglese ti ricorda comunque tutta la strada che hai fatto, nel bene e nel male.
Perchè le mie cugine prima di dormire mi accarezzano la testa e mi dicono di non preoccuparmi che tutto andrà bene.
Perchè mia zia ha un guardaroba che ciao, e allora mi diverto a provare tutti gli abiti e mi avvinghio a un Giambattista Valli che proprio è ciao.

io e GBV...una lunga storia d'amore.
fiori incantati
Berries!
Peppa Pig!

E di Londra io amo abbastanza tutto, comunque.
Amo il loro cibo, il loro essere così deliziosamente antichi, tutte le possibilità che la city ti offre, il profumo dell'aria, le terracedhouse, piene di fiorellini, e con le porte bellissime.
Amo il loro accento così brit, i colori della loro bandiera, i loro cantanti così incredibilmente cool e decadenti.
Amo Peppa Pig.
Ma sopratutto amo moltissimo uno dei loro piatti forti: il fish and chips.
Perchè è quel grezzo che fa chic, quel semplice che nutre, quel tocco che richiama ricordi, e si abbina alla perfezione sia con champagne che con una birra scura.
E da un sacco di soddisfazioni, perchè è il comfort food per eccellenza.

Quindi eccoci.
Buona Londitudine.


Fish & Chips
Ingredienti per la ricetta:

 Per Chips:


  • 1 litro di olio vegetale ( piccolo trucco number 1: per evitare che la casa puzzi come una friggitrice di McDonald, portate l'olio a ebollizzione gradualmente e molto lentamente. Trucco numer 2: l'olio deve essere semi di arachidi, così e solo così sappiamo che è naturale al 100%)
  • 4 patate
  • sale

    Per Fish:
  • 125 g. di farina 00
  • 125 g. di maizena
  • sale
  • acqua fredda q.b.
  • 4 filetti di merluzzo (da 170/200 g. circa)


  • Preriscaldare l'olio in una padella antiaderente.
    Pelare le patate molto sottili e tagliarle per lungo, friggerle 6-8minuti, adagiarle su carta da cucina per togliere l'olio in eccesso, salarle e tenerle in caldo.
    Preparare la pastella, usando un frullino, unite la farina, l'amido, un pizzico di sale e l'acqua fredda q.b.

    Passare il pesce in pastella e friggerlo in olio caldo per 5-6 minuti (dipende dalla grandezza) posarlo su carta da cucina togliendo cosi l'olio in eccesso.
    Metterlo nel piatto con le patate fritte, guarnirlo con 1a fettina di limone ed una spruzzata di prezzemolo.
    A piacere se si vuole anche un pizzico di sale e paprika.

    Oggi mi trovate anche qui:
    http://www.marieclaire.it/Cucina/Il-blog-di-Alice-Agnelli
     

    a gipsy in the kitchen | love, food, fashion.: London Calling - from marieclaire.it with love

    giovedì 21 giugno 2012

    London Calling - from marieclaire.it with love


    London Calling.
    Ovvero, how can you mend a broken heart.


    C'è questo tacito assenso tra me, la mia zia, e le mie cugine: in momenti di crisi, di cuori stropicciati, di lacrime e di perplessità, ci si ritrova a Londra.
    E quindi eccoci tutte e quattro. Questa volta ero io ad avere bisogno di soccorsi immediati.
    Quindi si: Londra.
    Londra, perchè mia zia abita lì, perchè mettere un po' di oceano di mezzo tra i nostri piccoli rock and roll heart e tutto il resto fa sempre bene, perchè gli odori e i profumi di Portobello ti annebbiano la mente, perchè camminare tra parchi e quelle strade ti da l'idea di essere un po' Wendy alla ricerca del suo Peter Pan perduto, perchè puoi comprare gingilli da appenderti al collo a mò di collana che costano 20 sterline e ti senti subito una regina, perchè poi mia zia ha un camino a casa.

    gingilli da 20£ che ti fanno sentire una regina del paese delle meraviglie

    Perchè il tempo di Londra è sempre uggioso e quando si sta così, è rincuorante accoccolarsi dentro quelle nuvole.
    Perchè le bancherelle dei fiori agli angoli della strada sono fatate.
    Perchè c'è la mia liberia perferita: books for cooks.
    Perchè parlare inglese ti ricorda comunque tutta la strada che hai fatto, nel bene e nel male.
    Perchè le mie cugine prima di dormire mi accarezzano la testa e mi dicono di non preoccuparmi che tutto andrà bene.
    Perchè mia zia ha un guardaroba che ciao, e allora mi diverto a provare tutti gli abiti e mi avvinghio a un Giambattista Valli che proprio è ciao.

    io e GBV...una lunga storia d'amore.
    fiori incantati
    Berries!
    Peppa Pig!

    E di Londra io amo abbastanza tutto, comunque.
    Amo il loro cibo, il loro essere così deliziosamente antichi, tutte le possibilità che la city ti offre, il profumo dell'aria, le terracedhouse, piene di fiorellini, e con le porte bellissime.
    Amo il loro accento così brit, i colori della loro bandiera, i loro cantanti così incredibilmente cool e decadenti.
    Amo Peppa Pig.
    Ma sopratutto amo moltissimo uno dei loro piatti forti: il fish and chips.
    Perchè è quel grezzo che fa chic, quel semplice che nutre, quel tocco che richiama ricordi, e si abbina alla perfezione sia con champagne che con una birra scura.
    E da un sacco di soddisfazioni, perchè è il comfort food per eccellenza.

    Quindi eccoci.
    Buona Londitudine.


    Fish & Chips
    Ingredienti per la ricetta:

     Per Chips:


  • 1 litro di olio vegetale ( piccolo trucco number 1: per evitare che la casa puzzi come una friggitrice di McDonald, portate l'olio a ebollizzione gradualmente e molto lentamente. Trucco numer 2: l'olio deve essere semi di arachidi, così e solo così sappiamo che è naturale al 100%)
  • 4 patate
  • sale

    Per Fish:
  • 125 g. di farina 00
  • 125 g. di maizena
  • sale
  • acqua fredda q.b.
  • 4 filetti di merluzzo (da 170/200 g. circa)


  • Preriscaldare l'olio in una padella antiaderente.
    Pelare le patate molto sottili e tagliarle per lungo, friggerle 6-8minuti, adagiarle su carta da cucina per togliere l'olio in eccesso, salarle e tenerle in caldo.
    Preparare la pastella, usando un frullino, unite la farina, l'amido, un pizzico di sale e l'acqua fredda q.b.

    Passare il pesce in pastella e friggerlo in olio caldo per 5-6 minuti (dipende dalla grandezza) posarlo su carta da cucina togliendo cosi l'olio in eccesso.
    Metterlo nel piatto con le patate fritte, guarnirlo con 1a fettina di limone ed una spruzzata di prezzemolo.
    A piacere se si vuole anche un pizzico di sale e paprika.

    Oggi mi trovate anche qui:

    17 Commenti:

    Alle 21 giugno 2012 15:14 , Anonymous Stefy ha detto...

    Ecco! adesso voglio andare a Londra!
    Ne ho una volgia matta!
    Come la mettiamo cara Alice!?!?!
    Uuuuuuuuuu non è possibile!!!!
    Ahahahahahah
    Sei bellissima in quel GBV!
    Un abbraccio fortissimo
    Stefy

     
    Alle 21 giugno 2012 15:15 , Anonymous Roberta ha detto...

    Alice, quant'è bello avere qualcuno che ci conforta qundo ne abbiamo bisogno e quant'è tenera l'immagine delle tue cugine che ti accarezzano per rincuorarti!
    Se ti avessi qui accanto a me, farei anch'io la stessa cosa e non ci sarebbe bisogno di parole per farti capire che tutto l'amore e la dolcezza che trasmetti agli altri, ti torneranno indietro centuplicati.

     
    Alle 21 giugno 2012 15:32 , Blogger alice ha detto...

    ciao stefy!
    quel GBV è uao. Lo sto puntando e spero spero spero vivamente che mia zia me lo regali..eheh
    :)
    un bacio

     
    Alle 21 giugno 2012 15:33 , Anonymous A...lessandra ha detto...

    ma perchè io ti materializzo sempre nella mia mente così cool e adatta in ogni città!?!

    Hai quel look e quel faccino cosmopolita che stai bene dappertutto!!! :)))

    hai elencato tutto quello che amo di Londra e che mi manca, visto che è una vita e mezza che non ci vado!
    Grazie come al solito
    e grazie perchè giusto oggi avevo proprio bisogno di un tuo post!
    :)
    missed u

     
    Alle 21 giugno 2012 15:33 , Blogger alice ha detto...

    cara roberta sei sempre molto dolce.
    In questo momento però io sono molto sfiduciata verso la vita e purtroppo credo che non sia vero che tutto questo amore poi ritorna...ma va bene così, credo. Non lo so...purtroppo in questo momento non credo di sapere più molto...
    :(

     
    Alle 21 giugno 2012 15:53 , Anonymous Stefy ha detto...

    No Alice!! non dire così!
    ti ammiro tantissimo. hai una forza esagerata! so che però dentro stai soffrendo, ma ti devi dare tanto tempo.
    Vorrei fare qualcosa... posso solo starti "vicina" e aspettare che torni la primavera nel tuo cuore.
    Sarà così.
    Te lo assicuro.
    Stefy

     
    Alle 21 giugno 2012 16:44 , Anonymous Anonimo ha detto...

    Mi appello alla zia di Otta: quel GBV (by the way, stupendo) le sta troppo bene per non seguirla in Italia accuratamente riposto in valigia!!!
    Alice io non so se tutto l'amore poi ritorna indietro a chi lo merita...ma so che ora ci sono momenti in cui ti sembra che non sarà più possibile essere felice. E quei momenti passano. Giuro ;) ci sono passata. Passano. Prima di quanto immagini. E ci saranno di nuovo cose belle e risate nella tua vita, for sure :) Intanto goditi Londra, zia e cugine...e goditi le coccole!
    Un bacio

    Elisa

     
    Alle 21 giugno 2012 18:54 , Blogger alice ha detto...

    :) alessandra sei sempre una dolcezza.
    un bacio

    ps. sappi che gli orecchini che mi hai regalato li ho sempre indosso!li adoro!

     
    Alle 21 giugno 2012 18:55 , Blogger alice ha detto...

    ah elisa le manderò il tuo commento!ahahah!
    per il resto....posso solo dire speriamo.
    btw sono tornata da londra...e domani vi racconto in un post cosa ho fatto!
    un abbraccio a te e alla tua piccolina
    xxx

     
    Alle 21 giugno 2012 19:12 , Anonymous Roberta ha detto...

    Alice, adesso forse è prematuro fare affermazioni di qualsiasi tipo, sia da parte tua che da parte nostra, che ti vogliamo bene e desideriamo vederti sorridere.
    Ma ha ragione Stefy, vedrai...

     
    Alle 21 giugno 2012 21:26 , Anonymous Melania ha detto...

    Belle, belle, belle Otta ,zia , cugine e Londra che alla fine ti stupisce sempre!!!

    Che dire i miei occhioni sono attratti da Fish & Chips, sorry GBV, vorrei mangiarli proprio così accartocciati tra le mani seduta sulla riva del mare (lo sempre questa riva del mare ma è il mio habitat naturale) di sera mentre guardo le stelle, accompagnata dalle onde del mare e un venticello fresco che scompiglia i capelli, (sempre la stessa storia ma non ci posso fare niente se sono monotona) però la pace è garantita e questo è tutto quello di cui ho bisogno ora, in questo caso sorry anche a Londra...
    Ora, se mi è concesso mi tocca scrivere anche due parole alla magnifica Zia di Otta per favore regali a questa piccola grande donna il suo GBV perchè le sta d'incanto , son sicura che anche lei non è da meno, ma la nostra Cinderella ha bisogno della sua Fata Smemorina e del suo aiuto...

    Ok, non sono una persuasiva ma ho fatto del mio meglio/peggio dipende dai punti di vista intanto provarci non costa nulla ;)

    Buona serata e ricordati che domani aspetto/aspettiamo un tuo post dove ci racconti tutto, ma proprio tutto ,ok puoi tralasciare qualcosa, su Londra.

    Baciotti,
    Melania.
    P.s mentre ti scrivo sento le cicale bello, bello finalmente Estate....

     
    Alle 21 giugno 2012 22:21 , Blogger alice ha detto...

    che bello melania...sei speciale. grazie.
    ed evviva le cicale..finalmente...

     
    Alle 22 giugno 2012 08:46 , Anonymous Elena ha detto...

    Aliciotta mia, l'amore che hai dato RITORNA RITORNA, dammi retta che ho qualche annetto più di te!!!! e ritorna pure con gli interessi.......

     
    Alle 22 giugno 2012 08:59 , Anonymous Elena ha detto...

    grazie Alice che bello questo post!!!
    appena terminata la maturità partii con due amiche per sei mesi a Londra ed è stato un periodo bellissimo, era l'epoca "punk" e noi dal nostro piccolo Ticino ci sembrò di essere catapultate in un mondo irreale ma tanto affascinante.
    Ieri sera sono stata a Como e debbo dire che mi si è stretto un po' il cuore pensandoti...
    bacioni Elena

     
    Alle 22 giugno 2012 09:02 , Blogger alice ha detto...

     
    Alle 22 giugno 2012 11:10 , Blogger Martha ha detto...

    aaaaah, ecco..ora mi hai fatto venir voglia di ogni cosa che ci hai descritto!! Perchè sei riuscita a farmi respirare la stessa aria che hai respirato tu, a farmi vedere le stesse cose che hai visto tu e a farmi gustare gli stessi sapori che hai gustato tu.
    Non è da tutti, mia cara..grazie! :D

    tanti bacetti
    Martha

     
    Alle 22 giugno 2012 11:16 , Anonymous Roberta ha detto...

    Ben detto, Elena! Auguro alla nostra Alice di poterci scrivere, prima possibile "Otta's girls, avevate ragione!"

     

    Posta un commento

    Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

    << Home page