Caro Papà

Otta nana e Papà



19 Marzo: è la festa del papà.E questo pensiero, è tutto per te.
Perchè mi ascolti silenzioso e mi proteggi con tutto il tuo amore e con quegli occhi così buoni e trasparenti che ci si può specchiare.
Perchè sei un uomo forte e bello. Sei sempre stato il più corteggiato.Ma hai avuto la testa sulle spalle, ti sei preso cura della famiglia, fin da quando eri piccolino ed eri l'unico maschio in una famiglia fatta di femmine: ben 4 sorelle!
Perchè  hai due spalle larghe, che sanno sopportare ogni fatica, e ogni dolore.
Perchè sempre su quelle spalle, mi ha portato a cavalcioni tante volte, quando ero troppo stanca, troppo capricciosa, troppo prugnosetta per continuare a camminare da sola.
Perchè ogni volta che piango, adesso, cerchi di consolarmi, e di darmi consigli ponderati, ma efficaci.
Perchè sei un uomo onesto, un gentleman,una persona coerente, che ha sempre sostenuto il peso dei tuoi sbagli e delle tue vittorie, lottando contro l'invidia della gente e sconfiggendola.
Perchè quando avevo 11 anni mi hai regalato un blazer di Ralph Lauren e un braccialettino di Merù, che io conservo ancora come tesori senza tempo.
Perchè sei un po' un orso ma ti preoccupi per me sempre, e mi chiedi sempre di chiamarti quando arrivo a casa, la sera.
Perchè mi hai insegnato che i se sono la patente dei falliti, ed è con i nonostante che si cresce.
Perchè quando ero a New York mi hai spedito un libro di poesie, ed è stato il dono più prezioso che io abbia mai ricevuto.
Perchè hai il potere di farmi credere che andrà sempre tutto bene e che ci sei tu a proteggermi.
Perchè mi hai insegnato la semplicità dei gesti importanti, la bellezza del mare, la bontà di una pasta al pomodoro e basilico e la fedeltà verso il prossimo.
Perchè sei  un po' geloso e ancora oggi pensi a me come la tua bambina.
Perchè abbiamo cantato insieme notte prima degli esami, la sera della licenza elementare, e poi siamo passati a Just the way you are, immaginando il giorno in cui la balleremo insieme, magari al mio matrimonio.
Perchè mi hai accompagnato a ben tre concerti di Masini. E voglio dire..Masini.
Perchè da ritorno dai tuoi viaggi mi portavi sempre una Corolle.
Perchè profumi di acqua di cologna e patchouli.
Perchè una sera, a Saronno, nel giardino dei nonni, appena tu e mamma vi eravate separati, mi hai fatto vedere dov'era la Stella più luminosa, e mi hai detto di ricordarmi sempre, ovunque io fossi, di guardarla, che tu avresti fatto lo stesso e ci saremmo sentiti sempre vicini.
Perchè hai i capelli bianchi più belli e morbidi del mondo.
Perchè mi hai portato a Eurodisney, facendo con me tutti i giochi e rendendomi una principessa.
Perchè sarai sempre l'uomo più importante della mia vita, anche quando sarò sposata e avrò un sacco di nani.


Ti voglio tanto bene, papà mio.
La tua Stellina
a gipsy in the kitchen | love, food, fashion.: Caro Papà

lunedì 19 marzo 2012

Caro Papà

Otta nana e Papà



19 Marzo: è la festa del papà.E questo pensiero, è tutto per te.
Perchè mi ascolti silenzioso e mi proteggi con tutto il tuo amore e con quegli occhi così buoni e trasparenti che ci si può specchiare.
Perchè sei un uomo forte e bello. Sei sempre stato il più corteggiato.Ma hai avuto la testa sulle spalle, ti sei preso cura della famiglia, fin da quando eri piccolino ed eri l'unico maschio in una famiglia fatta di femmine: ben 4 sorelle!
Perchè  hai due spalle larghe, che sanno sopportare ogni fatica, e ogni dolore.
Perchè sempre su quelle spalle, mi ha portato a cavalcioni tante volte, quando ero troppo stanca, troppo capricciosa, troppo prugnosetta per continuare a camminare da sola.
Perchè ogni volta che piango, adesso, cerchi di consolarmi, e di darmi consigli ponderati, ma efficaci.
Perchè sei un uomo onesto, un gentleman,una persona coerente, che ha sempre sostenuto il peso dei tuoi sbagli e delle tue vittorie, lottando contro l'invidia della gente e sconfiggendola.
Perchè quando avevo 11 anni mi hai regalato un blazer di Ralph Lauren e un braccialettino di Merù, che io conservo ancora come tesori senza tempo.
Perchè sei un po' un orso ma ti preoccupi per me sempre, e mi chiedi sempre di chiamarti quando arrivo a casa, la sera.
Perchè mi hai insegnato che i se sono la patente dei falliti, ed è con i nonostante che si cresce.
Perchè quando ero a New York mi hai spedito un libro di poesie, ed è stato il dono più prezioso che io abbia mai ricevuto.
Perchè hai il potere di farmi credere che andrà sempre tutto bene e che ci sei tu a proteggermi.
Perchè mi hai insegnato la semplicità dei gesti importanti, la bellezza del mare, la bontà di una pasta al pomodoro e basilico e la fedeltà verso il prossimo.
Perchè sei  un po' geloso e ancora oggi pensi a me come la tua bambina.
Perchè abbiamo cantato insieme notte prima degli esami, la sera della licenza elementare, e poi siamo passati a Just the way you are, immaginando il giorno in cui la balleremo insieme, magari al mio matrimonio.
Perchè mi hai accompagnato a ben tre concerti di Masini. E voglio dire..Masini.
Perchè da ritorno dai tuoi viaggi mi portavi sempre una Corolle.
Perchè profumi di acqua di cologna e patchouli.
Perchè una sera, a Saronno, nel giardino dei nonni, appena tu e mamma vi eravate separati, mi hai fatto vedere dov'era la Stella più luminosa, e mi hai detto di ricordarmi sempre, ovunque io fossi, di guardarla, che tu avresti fatto lo stesso e ci saremmo sentiti sempre vicini.
Perchè hai i capelli bianchi più belli e morbidi del mondo.
Perchè mi hai portato a Eurodisney, facendo con me tutti i giochi e rendendomi una principessa.
Perchè sarai sempre l'uomo più importante della mia vita, anche quando sarò sposata e avrò un sacco di nani.


Ti voglio tanto bene, papà mio.
La tua Stellina

21 Commenti:

Alle 19 marzo 2012 11:51 , Blogger Francesca ha detto...

bellissima lettere e soprattutto complimenti per il bel papà!!!

 
Alle 19 marzo 2012 11:53 , Blogger alice ha detto...

Grazie franci!bisou xxx

 
Alle 19 marzo 2012 12:10 , Anonymous A...lessandra ha detto...

che bella che sei!!
evviva i papà!

 
Alle 19 marzo 2012 12:10 , Anonymous Elena ha detto...

in due giorni due post bellissimi..non viziarci troppo!!
tuo papà sarà felicissimo della tua dichiarazione d'amore (ma ti legge?). Eri troppo carina da piccola, hai mantenuto lo stesso sorriso..

 
Alle 19 marzo 2012 12:20 , Blogger alice ha detto...

❤❤

 
Alle 19 marzo 2012 12:22 , Blogger alice ha detto...

❤❤grazie Elena.. Sei un amore.

 
Alle 19 marzo 2012 13:56 , Blogger Faith ha detto...

Che bella lettera, Otta :-)

Cambiando bruscamente argomento, lo diciamio a Kate M. che la smetta di vestirsi da vecchia? ;-)

 
Alle 19 marzo 2012 14:10 , Blogger alice ha detto...

Grazie!❤
Hai ragione! Kate M. Dovrebbe dare un twist al suo guardaroba !
;)

 
Alle 19 marzo 2012 15:10 , Anonymous Milena ha detto...

Vero, Alice, stesso sorriso della bimba che è rimasta in te. E un bellissimo pensiero per tuo padre. Io, che purtroppo l'ho perso improvvisamente 3 anni fa, guardo la stella più luminosa che c'è e lo penso forte, come se fosse qui. E lo sento vicino.
Ti dedico questa che mi ha fatto commuovere, ma di gioia.

http://www.youtube.com/watch?v=zUUdztY6TKo&feature=youtu.be

Un abbraccio forte <3

Milena

 
Alle 19 marzo 2012 16:00 , Blogger alice ha detto...

Oh milena, ti abbraccio forte. Il tuo papà dal cielo ti sta proteggendo.E sarà sempre con te.
che bella questa lettera che mi hai mandato.
un abbraccio forte

 
Alle 19 marzo 2012 18:56 , Anonymous GiorgiaEugenia ha detto...

Che bello questo post dedicato a tuo padre e poi la foto di baby Otta, irresistibile :)

Io mi sono cimentata con un mega vassoio di zeppole al forno homemade da regalare al Daddy, hai mai fatto la pasta choux? Molto semplice e da grandi soddisfazioni, te la consiglio!

Baci e buona serata <3

 
Alle 19 marzo 2012 20:06 , Blogger alice ha detto...

Wow! Le zeppole?? Che buone!!!!!
Manda ricetta!
Hai visto baby Otta?
Io al mio papà ho fatto le madeleines alla vaniglia.. A breve la ricetta!❤

 
Alle 19 marzo 2012 20:12 , Blogger Frantina ha detto...

Cara Alice, che carina che eri da nana! Ora, sei proprio fortunata, te ne rendi conto vero? Quando ti prendono i momenti di sconforto pensa a che grande uomo è il tuo papà e sono sicura che tutto andrà meglio! Scusa se mi permetto di essere un po'...prugnosetta..come diresti tu, ma sei veramente tanto fortunata! Un abbraccio..Valentina

 
Alle 19 marzo 2012 20:21 , Blogger alice ha detto...

Ciao v.! Ma non sei per nulla prugnosetta! Hai ragione. Ha proprio ragione.. E' che a volte e' più facile guardare ciò che non si ha, piuttosto che quello che si ha..!
Un abbraccio

 
Alle 19 marzo 2012 23:57 , Anonymous GiorgiaEugenia ha detto...

Ho preso la ricetta della pasta choux e della crema dal libro "Le mie basi di pasticceria" di Maurizio Santin, poi ho semplicemente fatto delle ciambelline invece che dei normali bigné.

Quel libro è una vera miniera d'oro, la bibbia per noi aspiranti pasticceri domestici...Ti rivelo questo segreto solo perchè sei tu :)

 
Alle 20 marzo 2012 14:49 , Anonymous Anonimo ha detto...

...Che meraviglia di lettera, e che bel papà! Otta nana: una delizia! ...io con il mio papà mi scontro tante e tante volte...ma guai a chi me lo tocca...
Attendiamo ricetta delle madeleines alla vaniglia, così ci provo e le regalo al babbo :)

Elisa

 
Alle 20 marzo 2012 16:57 , Anonymous Anonimo ha detto...

la festa del papà è quella giornata che, quando lui non c'è più, vorresti cancellare dal calendario... Amiche voi che l'avete ancora accanto godetevelo...Non importa se è sano o malato, se è dolce o orso, se è simpatico o burbero...E' lì. E a te cara Otta auguro con tutto il cuore che ti accompagni all'altare presto.
Cicci

 
Alle 20 marzo 2012 17:08 , Blogger alice ha detto...

Cicci mi hai fatto commuovere. Ti abbraccio forte, sei nel mio cuore.

 
Alle 20 marzo 2012 17:09 , Blogger alice ha detto...

Ciao Elisa! Domani pubblico tutto!❤

 
Alle 20 marzo 2012 17:09 , Blogger alice ha detto...

Grazie cherie! Appena torno lo cerco!❤

 
Alle 22 marzo 2012 20:42 , Blogger pret-à-maman ha detto...

ecco, ora piango

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page