Una ricetta confortante e confortevole.From marieclaire.it with love

oggi mi trovate anche qui:
http://www.marieclaire.it/Cucina/Il-blog-di-Alice-Agnelli/Una-domenica-speciale-Otta-love-muffin-il-blog-di-Alice-Agnelli



"Lo sai perché mi piace cucinare?"
"No, perché"?
"Perché dopo una giornata in cui niente è sicuro, e quando dico niente voglio dire n-i-e-n-t-e, una torna a casa e sa con certezza che aggiungendo al cioccolato rossi d'uovo, zucchero e latte l'impasto si addensa: è un tale conforto!"
Julia and Julia

Ecco, esattamente così.
In queste giornate di incertezza globale, dove tra uno spread che scende e un altro che risale,un'estate che tarda ad arrivare e Miss Ciccone che lancia un profumo (urg...tu quoque...stra urg..),perfino le mie ansie hanno l'ansia, trovo un enorme sollievo nello spegnere il telegiornale e abbandonarmi a impasti, sformati e delicatessen, magari sulle note di Bach, o di un più rockettaro Ligabue.
Perchè il meglio deve ancora venire.


Questo weekend volevo preparare qualcosa di speciale per la mia famiglia.
Ero un po' indecisa sul da farsi: al mio papà piace il dolce, il burro e lo zucchero. A mia sorella piace il salato, a Patrizia, la fantastica moglie del mio papà, piace il genuino. A mio fratello piace la playstation e basta, in questa fase della sua vita.
Così ho pensato e ripensato e ancora meditato.


E sono giunta a una conclusione: il plumcake.
Ma non un plumcake qualunque: volevo una creazione che potesse incontrare i gusti di tutti.
Volevo una domenica stretta nel calore della mia incredibile e rassicurante e forte e orgogliosa famiglia: parlando di rock, la mia famiglia detta legge.
E' leale, sincera e di ottima qualità: e volevo un piatto che riassumesse tutte queste caratteristiche per rendere il nostro tè domenicale esattamente così.
E non avevo nessuninssima voglia di andare a fare la spesa.


Dopo la consueta preghiera e invocazione a Santa Nigella e Beata Martha, ecco l'illuminazione.
In casa avevo albicocche secche, caprino fresco e basilico. Maizena, fior fiori di scatole di maizena.
Quindi ecco:
Cake della Famiglia Agnelli

Nel carrello della spesa:

150 gr di farina
50 gr di maizena
3 uova
100 gr di olio extra vergine di oliva - non smetterò mai di ringraziare abbastanza la Famiglia Marzano per la bontà e la genuinità del loro olio EVO.
100 gr di latte fresco
200 gr di caprino fresco
80 grammi di albicocche secche
20 foglie di basilico
1 bustina di lievito per torte salate
paprika dolce in polvere ( 1 cucchiaio)
tabasco qb
sale
pepe macinato fresco

Andiamo ai fornelli:

Sbattere con una frusta il latte con il caprino fresco, aggiungere le uova, l'olio, la paprika, il sale, il pepe e il tabasco.
Unire poi il lievito, la farina e la maizena: mescolare fino ad ottenere un impasto omogeneo.
Spezzettare il basilico cone le mani e aggiungerlo insieme con le albicocche tagliate a striscioline.
Versare in un impasto per plumcake rivestito di carta forno, e infornare per 180°C per circa 35-40 minuti, fino che non risulti dorato.
a gipsy in the kitchen | love, food, fashion.: Una ricetta confortante e confortevole.From marieclaire.it with love

mercoledì 16 maggio 2012

Una ricetta confortante e confortevole.From marieclaire.it with love

oggi mi trovate anche qui:
http://www.marieclaire.it/Cucina/Il-blog-di-Alice-Agnelli/Una-domenica-speciale-Otta-love-muffin-il-blog-di-Alice-Agnelli



"Lo sai perché mi piace cucinare?"
"No, perché"?
"Perché dopo una giornata in cui niente è sicuro, e quando dico niente voglio dire n-i-e-n-t-e, una torna a casa e sa con certezza che aggiungendo al cioccolato rossi d'uovo, zucchero e latte l'impasto si addensa: è un tale conforto!"
Julia and Julia

Ecco, esattamente così.
In queste giornate di incertezza globale, dove tra uno spread che scende e un altro che risale,un'estate che tarda ad arrivare e Miss Ciccone che lancia un profumo (urg...tu quoque...stra urg..),perfino le mie ansie hanno l'ansia, trovo un enorme sollievo nello spegnere il telegiornale e abbandonarmi a impasti, sformati e delicatessen, magari sulle note di Bach, o di un più rockettaro Ligabue.
Perchè il meglio deve ancora venire.


Questo weekend volevo preparare qualcosa di speciale per la mia famiglia.
Ero un po' indecisa sul da farsi: al mio papà piace il dolce, il burro e lo zucchero. A mia sorella piace il salato, a Patrizia, la fantastica moglie del mio papà, piace il genuino. A mio fratello piace la playstation e basta, in questa fase della sua vita.
Così ho pensato e ripensato e ancora meditato.


E sono giunta a una conclusione: il plumcake.
Ma non un plumcake qualunque: volevo una creazione che potesse incontrare i gusti di tutti.
Volevo una domenica stretta nel calore della mia incredibile e rassicurante e forte e orgogliosa famiglia: parlando di rock, la mia famiglia detta legge.
E' leale, sincera e di ottima qualità: e volevo un piatto che riassumesse tutte queste caratteristiche per rendere il nostro tè domenicale esattamente così.
E non avevo nessuninssima voglia di andare a fare la spesa.


Dopo la consueta preghiera e invocazione a Santa Nigella e Beata Martha, ecco l'illuminazione.
In casa avevo albicocche secche, caprino fresco e basilico. Maizena, fior fiori di scatole di maizena.
Quindi ecco:
Cake della Famiglia Agnelli

Nel carrello della spesa:

150 gr di farina
50 gr di maizena
3 uova
100 gr di olio extra vergine di oliva - non smetterò mai di ringraziare abbastanza la Famiglia Marzano per la bontà e la genuinità del loro olio EVO.
100 gr di latte fresco
200 gr di caprino fresco
80 grammi di albicocche secche
20 foglie di basilico
1 bustina di lievito per torte salate
paprika dolce in polvere ( 1 cucchiaio)
tabasco qb
sale
pepe macinato fresco

Andiamo ai fornelli:

Sbattere con una frusta il latte con il caprino fresco, aggiungere le uova, l'olio, la paprika, il sale, il pepe e il tabasco.
Unire poi il lievito, la farina e la maizena: mescolare fino ad ottenere un impasto omogeneo.
Spezzettare il basilico cone le mani e aggiungerlo insieme con le albicocche tagliate a striscioline.
Versare in un impasto per plumcake rivestito di carta forno, e infornare per 180°C per circa 35-40 minuti, fino che non risulti dorato.

11 Commenti:

Alle 16 maggio 2012 17:53 , Anonymous A...lessandra ha detto...

Credo che la famiglia Marzano non avrebbe potuto sperare che il suo olio prodotto da generazioni con tutto l'amore che c'è, fosse impiegato meglio e da una persona migliore...
sei un tesoro!
<3

 
Alle 16 maggio 2012 18:13 , Anonymous Anonimo ha detto...

Adoro il film Julie&Julia (è quello che intendevi, vero?) per un sacco di motivi!
Interessante la ricetta e imprevista..non avevo considerato la paprika ma se lo dici tu sarà sicuramente buona ;-) Nina

 
Alle 16 maggio 2012 18:35 , Blogger alice ha detto...

ma grazie a te...il tuo olio è eccezionale!
:)
ormai siamo addicted!

 
Alle 16 maggio 2012 18:37 , Blogger alice ha detto...

ciao nina!si esattamente quel film che intendevo...lo adoro!
plumcake: provalo, è buonissimo

 
Alle 16 maggio 2012 21:13 , Anonymous Melania ha detto...

Ma vai otta!!!
Mi piace il tuo cake super genuino e poi c'è l'olio EVO, il basilico profumo d'estate, il caprino che adoro e poi e poi le albicocche secche sicuramente un buon contrasto..
Brava.


Julie&Julia un film che adoro e meryl streep è meravigliosa nella parte di Julia Child, non ti dico il giorno dopo che avevo visto il film ho cucinato subito la boeuf bourguignon e mi sono rivista milioni di video su internet con Julia Child ero anche riuscita a trovare il blog di Julie ma dopo qualche tempo non l'ho trovato più su internet. :(
Completamente pazza o semplicemente troppo curiosa!!!

Ora ti lascio baci,
Melania.

 
Alle 16 maggio 2012 23:31 , Blogger alice ha detto...

Ciao Melania!
Anche io ho adorato quel film ed anche io ho fatto le stesse cose.
:)
E vogliamo parlare delle estati che profumano di basilico? Adoro. E adoro trovare i tuoi feedback❤

 
Alle 16 maggio 2012 23:45 , Anonymous GiorgiaEugenia ha detto...

Che idea meravigliosa quella di coniugare i gusti di tutta la famiglia in un'unica pietanza, hai sempre delle idee troppo deliziose!
Mi ispira moltissimo questo cake, il contrasto tra la dolcezza delle albicocche e la sapidità del caprino....mmmm!
Ce lo vedrai benissimo in un bel picnic sull'erba!

Sei la nostra Julia Child in tacco 12....Rock on Honey! ❤❤❤

 
Alle 17 maggio 2012 07:13 , Blogger alice ha detto...

Adoro julie child.. Sappi che le tue meringhe stanno x finire e io ne sono totally addicted
Baci cherie ❤❤❤

 
Alle 17 maggio 2012 08:30 , Anonymous Melania ha detto...

Ma grazie,
noi adoriamooooo trovare i tuoi post!!!

E nell'attesa che arrivi l'estate, qui fa' un freddo bestiale e c'è un vento pazzesco son sicura che oggi volerò via con il vento se continua così, "UFFA!!!"
ti auguro,anzi mi/ci auguro buona giornata...

 
Alle 17 maggio 2012 09:44 , Anonymous GiorgiaEugenia ha detto...

Prossima volta preparo una maxi-confezione tutta x te, promesso! ❤

 
Alle 17 maggio 2012 12:27 , Anonymous Elena ha detto...

come al solito mi perdo sempre qualche post per strada...
è vero Alice, cucinare mette in pace con il mondo e poi cucinare per chi si ama è meraviglioso, vuoi mettere poi gli odori che si sprigionano in cucina??
io sono letteralmente fanatica del basilico, ogni giorno praticamente compro una piantina da mettere nell'orto ma le lumache se lo divorano!!, quindi ora lo pianto nei vasi dove cresce rigoglioso!! nel mio giardino sono cresciute spontanee la menta, la maggiorana, l'erba cipollina ed ora si può raccogliere l'aglio orsino che è buonissimo...

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page