Vorrei illuminarti l'anima. #sweetfebruary edition

Vorrei infornare croissants.
Vorrei andare a Londra e perdermi nei musei e nei parchi, bevendo caffè nero e mangiando cranberries essiccati.


Vorrei una casa con il camino.
E vorrei comprare un labrador. O un golden.
Vorrei banana bread ogni mattina a colazione.
Vorrei non dover ribattere il tatuaggio brand new chè così male io non ho mai sentito.
Vorrei una gonna di pailettes e un maglione bianco.
Vorrei far zittire quella petulante e negativa vocina che rimbomba nel mio cervello ultimamente da troppo tempo e mi lascia in preda a malumori.
Vorrei una domenica piena di sole e leggero tiepido.
Vorrei un vassoio pieno di cannoncini di Giacomo - credetemi. I più buoni in assoluto.
Vorrei un bouquet di fiori belli. Magari di campo. Oppure delle ortensie bianche. O ancora: dei papaveri. O forse dei ranuncolil. O delle peonie profumatissime.
Vorrei avere il tempo per leggere il corriere ogni mattina durante la colazione.
Vorrei avere più tempo.
Vorrei che non fosse il momento sbagliato, per te.
Vorrei cucinare di più. Leggere di più. Amare di più. Baciare di più.
Vorrei essere a Spotorno con le mie cugine , un sabato di nuvole, davanti alla spiaggia, raccogliere sassi bianchi, mangiare focaccia al formaggio e bere coca cola.Con un maglione pesante a collo alto, che così non abbiamo freddo.
Vorrei che i miei capelli stessero meglio in forma.
Vorrei che arrivasse la mia copia di Kinfolk magazine.
Vorrei sapermi mettere meglio l'ombretto nero.
Vorrei mangiare messicano tutte le sere. Mexican food is the new sushi. Sappiatelo.
Vorrei una nuova bicicletta.
Vorrei un abito lungo in chiffon.
Vorrei iniziare una produzione fatta solo di larghi pantaloni in lana per l'inverno, quelli da mettere in casa, che quando li indossi non hai più nemmeno un corpo chè sei solo avvolta da una nuvola di sofficiume. E anche una produzione di shorts in seta, così per l'estate si è a posto e si viaggia leggeri, ma così leggeri che non si pensa più a cosa si deve indossare.
Vorrei un profumo che sappia di pane appena sfornato.
Vorrei leggerezza.
Vorrei una festa in maschera.
Vorrei una pianta di lavanda fuori dal balcone.
Vorrei imparare Black dei Pearl Jam a memoria.

Vorrei illuminarmi l'anima. Vorrei illuminarti l'anima.

#sweetfebruary edition



a gipsy in the kitchen | love, food, fashion.: Vorrei illuminarti l'anima. #sweetfebruary edition

martedì 5 febbraio 2013

Vorrei illuminarti l'anima. #sweetfebruary edition

Vorrei infornare croissants.
Vorrei andare a Londra e perdermi nei musei e nei parchi, bevendo caffè nero e mangiando cranberries essiccati.


Vorrei una casa con il camino.
E vorrei comprare un labrador. O un golden.
Vorrei banana bread ogni mattina a colazione.
Vorrei non dover ribattere il tatuaggio brand new chè così male io non ho mai sentito.
Vorrei una gonna di pailettes e un maglione bianco.
Vorrei far zittire quella petulante e negativa vocina che rimbomba nel mio cervello ultimamente da troppo tempo e mi lascia in preda a malumori.
Vorrei una domenica piena di sole e leggero tiepido.
Vorrei un vassoio pieno di cannoncini di Giacomo - credetemi. I più buoni in assoluto.
Vorrei un bouquet di fiori belli. Magari di campo. Oppure delle ortensie bianche. O ancora: dei papaveri. O forse dei ranuncolil. O delle peonie profumatissime.
Vorrei avere il tempo per leggere il corriere ogni mattina durante la colazione.
Vorrei avere più tempo.
Vorrei che non fosse il momento sbagliato, per te.
Vorrei cucinare di più. Leggere di più. Amare di più. Baciare di più.
Vorrei essere a Spotorno con le mie cugine , un sabato di nuvole, davanti alla spiaggia, raccogliere sassi bianchi, mangiare focaccia al formaggio e bere coca cola.Con un maglione pesante a collo alto, che così non abbiamo freddo.
Vorrei che i miei capelli stessero meglio in forma.
Vorrei che arrivasse la mia copia di Kinfolk magazine.
Vorrei sapermi mettere meglio l'ombretto nero.
Vorrei mangiare messicano tutte le sere. Mexican food is the new sushi. Sappiatelo.
Vorrei una nuova bicicletta.
Vorrei un abito lungo in chiffon.
Vorrei iniziare una produzione fatta solo di larghi pantaloni in lana per l'inverno, quelli da mettere in casa, che quando li indossi non hai più nemmeno un corpo chè sei solo avvolta da una nuvola di sofficiume. E anche una produzione di shorts in seta, così per l'estate si è a posto e si viaggia leggeri, ma così leggeri che non si pensa più a cosa si deve indossare.
Vorrei un profumo che sappia di pane appena sfornato.
Vorrei leggerezza.
Vorrei una festa in maschera.
Vorrei una pianta di lavanda fuori dal balcone.
Vorrei imparare Black dei Pearl Jam a memoria.

Vorrei illuminarmi l'anima. Vorrei illuminarti l'anima.

#sweetfebruary edition



8 Commenti:

Alle 6 febbraio 2013 08:57 , Anonymous Anonimo ha detto...

Di tutti i tuoi vorrei ce ne sono alcuni che condivido..il labrador lo abbiamo appena accolto in famiglia e vorrei tanto che fosse piu disciplinato. Vorrei tanto vestirmi di chiffon e imparare a stendere l'ombretto nero, che c'è chi lo fa con nonchalance e io...beh io...sembro matta...vorrei tanto passare una giornata in spiaggia con il tempo così così, senza tanta gente...vorrei tanto saperti serena. Ma presto arriverà la primavera e scalderà ossa e cuore. Un bacio.

Elisa

 
Alle 6 febbraio 2013 10:01 , Blogger ALittaM ha detto...

Vorrei banana bread ogni mattina a colazione - anche io! Ora so cosa prepararti quando mi verrai a trovare :)

 
Alle 7 febbraio 2013 11:20 , Anonymous A...lessandra ha detto...

adoro i tuoi list post....così da sapere i tuoi gusti e mandarti dei regalini scalda-cuore azzeccati! :)
(il labrador lo vorrei tanto anche io,ma il mio parquet attira così tanta polvere già da solo, che proprio impazzirei!)

anch'io come elisa, vorrei tanto saperti serena! <3

tanto tantissimo tantissimissimo Amore 4 u, sweetie.

 
Alle 7 febbraio 2013 16:34 , Blogger alice ha detto...

che arrivi questa primavera!

 
Alle 7 febbraio 2013 16:34 , Blogger alice ha detto...

siiiiii!
<3

 
Alle 7 febbraio 2013 16:34 , Blogger alice ha detto...

<3 <3

 
Alle 8 febbraio 2013 11:48 , Anonymous Anonimo ha detto...

Che bella Alice. Letta tutta senza fiato... e ora sono senza parole.
Tuo PRINCE George! ;)

 
Alle 8 febbraio 2013 14:57 , Blogger alice ha detto...

prince george i <3 u, ma ti ricordi che questo nome non lo avremmo più usato?
sei prince francy ora!
;)

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page