Open your eyes. #CBM #apriamogliocchi


Sono stata contattata per un progetto da una persona di quelle rare, uniche, quelle persone che appunto ti parlano con gli occhi e ti stringono in un sorriso, per intenderci quelle persone che non hanno paura di provare emozioni e di condividerle: Carola Muttoni.



Con il suo entusiasmo e sincerità, mi ha coinvolto in un progetto bello, un progetto di quelli che vogliono creare la differenza, quelli che ti senti feria di poterne essere parte.

Cosa faresti se non riuscissi a vedere?
Se tuo figlio, tua sorella oppure tu stessa, perdessi la possibilità di sgranare gli occhi su questo mondo meraviglioso, su questi cieli, su queste nuvole,se non potessi vedere il volto di chi ami, se quel blu del mare lo potessi solo immaginare, cosa faresti?

E poi: poi cosa racchiude uno sguardo?
Cosa possiamo dire guardando, osservando le persone le anime belle e il nostro vissuto?
Dove ci conduce uno sguardo?
Uno sguardo, un'occhiata che può portare all'inizio di un amore, a un sorriso, a una nuova alleanza.

Io amo sognare e sognare a occhi aperti mi culla durante il giorno, mentre cammino e costruisce una realtà meno dura, di quella che a volte ci troviamo ad affrontare.
A volte i miei sogni velano i miei occhi e mi impediscono di vedere la realtà, ma io sono fortunata: un battito di ciglia e l'universo con i suoi incanti e i suoi casini è tutto intorno a me.

Per cui si, io sono fortunata, per vari e molteplici aspetti, ed è ora che tutti noi apriamo gli occhi.

Quindi, per  questa volta sono fiera di lasciare i miei sogni in cantina e di spalancarli, questi occhioni verdi, e ampliare la veduta anche a tutti voi che mi leggete.

Qui l'intervista al bravissimo fotografo Giulio Palaferri- quel sant'uomo oserei dire che mi ha messo in posa e mi ha fatto fotografie meravigliose, con tutta la pazienza del mondo, che io quando mi devo fare fotografare, come dice mio padre, assumo un'espressione alquanto imbarazzante.

Più informazioni:
http://www.cbmitalia.org/

Vi aspettiamo Giovedì 9 Maggio @CityLife Milano, Via Duilio 5 dalle 18.30.

Share is love.

1- perché questo progetto.

Perché? 
Credo fortemente nell'impegno sociale a favore di persone che vivono, ogni giorno della loro esistenza, sofferenze fisiche e disagi sociali di ogni tipo.
Quando Carola mi ha parlato di CBM Italia Onlus e delle loro iniziative, ho accettato la sua proposta ed insieme abbiamo pensato ad un evento che colpisse e sensibilizzasse più persone possibili sui problemi della cecità infantile nel mondo.

Vedendo i video/documentario di CBM, i volti e sopratutto gli occhi di questi bambini africani e dell'estremo oriente, sofferenti di patologie oculari gravi ma curabili, non puoi non notare, aldilà della sofferenza, la speranza, il desiderio che un giorno arrivi li qualcuno che li possa curare, che possa ridare loro la vista ed il sorriso.

Come si fa a non nutrire la SPERANZA di queste creature? Come si può nascondere la testa sotto la sabbia senza sentirsi vigliacchi ed incoscienti di fronte a questi problemi?
Come è possibile non impegnare un po' del nostro tempo per ridare loro la gioia di vivere?
È a queste domande che la gente e sopratutto i "Potenti" di tutto il mondo dovrebbero rispondere.....

2-cosa dice uno sguardo.

Molti scrittori, saggisti, poeti, scienziati hanno cercato la definizione di cos'è uno "Sguardo" dandone interpretazioni diverse, di tipo esoterico, di tipo religioso ed anche di tipo scientifico ed ognuno può trovare la giusta interpretazione che più si confà alla sua personalità ed alle sue credenze.

Io semplicemente credo che in uno "Sguardo" ci sia il nostro vissuto, ogni piccolo momento di ciò che abbiamo percepito ogni giorno, tutto quello che la nostra esistenza ha attraversato itinerando tra ostacoli impervi e fluide discese, tra attimi tempestosi e momenti di luce intensa, tra il vento gelido dell'inverno e quello fresco e rassicurante della primavera. Lo sguardo racchiude desideri, aspettative, paure, sofferenze, gioie, curiosità, incoscienza, consapevolezza e tutto ciò che non ti saresti mai aspettato di provare.

Uno sguardo molto spesso non ti racconta alcunchè e molte altre volte ti svela la vita intera di una persona. Guardando intensamente, molto intensamente nello specchio noi stessi, ed io ci ho provato per diversi minuti, ho visto una parte della mia profondità che non conoscevo, credo di essermi anche spaventato perché ho avuto esattamente la percezione di aver raggiunto una parte che non conoscevo......
Sarà forse la mia Anima???

3-apriamo gli occhi. Come?


Aprire gli occhi per me significa "Protestare"!!!!
Come? Intensificando, in ogni modo possibile anche estremo, il nostro impegno ed il nostro disagio per chi soffre e non può godere della vita così come dovrebbe essere.

Non possiamo più permettere che si utilizzino migliaia di miliardi di dollari o euro, per potenziare gli armamenti o per viaggi nello spazio alla ricerca di altre forme di vita, quando i grandi potenti della nostra terra hanno fatto in modo di distruggere l'eco sistema del nostro pianeta con lo sfruttamento delle risorse e senza preoccuparsi in nessun modo delle energie alternative a disposizione.

Inquinamento marino e terrestre, disboscamenti di foreste tropicali, veri polmoni benefici per la qualità della nostra aria, utilizzo dei paesi sottosviluppati come discariche per i rifiuti tossici delle grandi multinazionali del mondo, questo e' diventato il nostro pianeta e senza l'impegno da parte di tutti, e nel nostro piccolo ognuno di noi può fare qualcosa, ci saranno pochi privilegiati e molti, anzi moltissimi sofferenti in ogni parte del mondo.
APRIAMO GLI OCCHI, tutti assieme!!!!





a gipsy in the kitchen | love, food, fashion.: Open your eyes. #CBM #apriamogliocchi

martedì 30 aprile 2013

Open your eyes. #CBM #apriamogliocchi


Sono stata contattata per un progetto da una persona di quelle rare, uniche, quelle persone che appunto ti parlano con gli occhi e ti stringono in un sorriso, per intenderci quelle persone che non hanno paura di provare emozioni e di condividerle: Carola Muttoni.



Con il suo entusiasmo e sincerità, mi ha coinvolto in un progetto bello, un progetto di quelli che vogliono creare la differenza, quelli che ti senti feria di poterne essere parte.

Cosa faresti se non riuscissi a vedere?
Se tuo figlio, tua sorella oppure tu stessa, perdessi la possibilità di sgranare gli occhi su questo mondo meraviglioso, su questi cieli, su queste nuvole,se non potessi vedere il volto di chi ami, se quel blu del mare lo potessi solo immaginare, cosa faresti?

E poi: poi cosa racchiude uno sguardo?
Cosa possiamo dire guardando, osservando le persone le anime belle e il nostro vissuto?
Dove ci conduce uno sguardo?
Uno sguardo, un'occhiata che può portare all'inizio di un amore, a un sorriso, a una nuova alleanza.

Io amo sognare e sognare a occhi aperti mi culla durante il giorno, mentre cammino e costruisce una realtà meno dura, di quella che a volte ci troviamo ad affrontare.
A volte i miei sogni velano i miei occhi e mi impediscono di vedere la realtà, ma io sono fortunata: un battito di ciglia e l'universo con i suoi incanti e i suoi casini è tutto intorno a me.

Per cui si, io sono fortunata, per vari e molteplici aspetti, ed è ora che tutti noi apriamo gli occhi.

Quindi, per  questa volta sono fiera di lasciare i miei sogni in cantina e di spalancarli, questi occhioni verdi, e ampliare la veduta anche a tutti voi che mi leggete.

Qui l'intervista al bravissimo fotografo Giulio Palaferri- quel sant'uomo oserei dire che mi ha messo in posa e mi ha fatto fotografie meravigliose, con tutta la pazienza del mondo, che io quando mi devo fare fotografare, come dice mio padre, assumo un'espressione alquanto imbarazzante.

Più informazioni:

Vi aspettiamo Giovedì 9 Maggio @CityLife Milano, Via Duilio 5 dalle 18.30.

Share is love.

1- perché questo progetto.

Perché? 
Credo fortemente nell'impegno sociale a favore di persone che vivono, ogni giorno della loro esistenza, sofferenze fisiche e disagi sociali di ogni tipo.
Quando Carola mi ha parlato di CBM Italia Onlus e delle loro iniziative, ho accettato la sua proposta ed insieme abbiamo pensato ad un evento che colpisse e sensibilizzasse più persone possibili sui problemi della cecità infantile nel mondo.

Vedendo i video/documentario di CBM, i volti e sopratutto gli occhi di questi bambini africani e dell'estremo oriente, sofferenti di patologie oculari gravi ma curabili, non puoi non notare, aldilà della sofferenza, la speranza, il desiderio che un giorno arrivi li qualcuno che li possa curare, che possa ridare loro la vista ed il sorriso.

Come si fa a non nutrire la SPERANZA di queste creature? Come si può nascondere la testa sotto la sabbia senza sentirsi vigliacchi ed incoscienti di fronte a questi problemi?
Come è possibile non impegnare un po' del nostro tempo per ridare loro la gioia di vivere?
È a queste domande che la gente e sopratutto i "Potenti" di tutto il mondo dovrebbero rispondere.....

2-cosa dice uno sguardo.

Molti scrittori, saggisti, poeti, scienziati hanno cercato la definizione di cos'è uno "Sguardo" dandone interpretazioni diverse, di tipo esoterico, di tipo religioso ed anche di tipo scientifico ed ognuno può trovare la giusta interpretazione che più si confà alla sua personalità ed alle sue credenze.

Io semplicemente credo che in uno "Sguardo" ci sia il nostro vissuto, ogni piccolo momento di ciò che abbiamo percepito ogni giorno, tutto quello che la nostra esistenza ha attraversato itinerando tra ostacoli impervi e fluide discese, tra attimi tempestosi e momenti di luce intensa, tra il vento gelido dell'inverno e quello fresco e rassicurante della primavera. Lo sguardo racchiude desideri, aspettative, paure, sofferenze, gioie, curiosità, incoscienza, consapevolezza e tutto ciò che non ti saresti mai aspettato di provare.

Uno sguardo molto spesso non ti racconta alcunchè e molte altre volte ti svela la vita intera di una persona. Guardando intensamente, molto intensamente nello specchio noi stessi, ed io ci ho provato per diversi minuti, ho visto una parte della mia profondità che non conoscevo, credo di essermi anche spaventato perché ho avuto esattamente la percezione di aver raggiunto una parte che non conoscevo......
Sarà forse la mia Anima???

3-apriamo gli occhi. Come?


Aprire gli occhi per me significa "Protestare"!!!!
Come? Intensificando, in ogni modo possibile anche estremo, il nostro impegno ed il nostro disagio per chi soffre e non può godere della vita così come dovrebbe essere.

Non possiamo più permettere che si utilizzino migliaia di miliardi di dollari o euro, per potenziare gli armamenti o per viaggi nello spazio alla ricerca di altre forme di vita, quando i grandi potenti della nostra terra hanno fatto in modo di distruggere l'eco sistema del nostro pianeta con lo sfruttamento delle risorse e senza preoccuparsi in nessun modo delle energie alternative a disposizione.

Inquinamento marino e terrestre, disboscamenti di foreste tropicali, veri polmoni benefici per la qualità della nostra aria, utilizzo dei paesi sottosviluppati come discariche per i rifiuti tossici delle grandi multinazionali del mondo, questo e' diventato il nostro pianeta e senza l'impegno da parte di tutti, e nel nostro piccolo ognuno di noi può fare qualcosa, ci saranno pochi privilegiati e molti, anzi moltissimi sofferenti in ogni parte del mondo.
APRIAMO GLI OCCHI, tutti assieme!!!!





3 Commenti:

Alle 30 aprile 2013 16:36 , Anonymous A...lessandra ha detto...

mi sono sempre chiesta chi non vede come fa ad avere la forza di andare avanti...credo sia uno degli handicap più terribili che possano capitare...e poi penso che di sicuro chi non vede, acutizza gli altri sensi e un pò è come se vedesse...ma non mi consola!trovo questo progetto meraviglioso e ancora una volta ci dimostri quanto la tua nima di macramè sia anche tanto dolce e sensibile.
Più persone come Carola salverebbero il mondo!

tu bellissimissimissimissima modella <3

 
Alle 1 maggio 2013 11:56 , OpenID lapennarosa ha detto...

bellissima iniziativa, peccato non essere a Milano...
grazie a te per la tua sensibilità che mi consola perchè mi dimostra che ci sono ancora anime belle e sensibili in questo mondo cinico.
ele

 
Alle 1 maggio 2013 11:59 , OpenID lapennarosa ha detto...

bellissima iniziativa, peccato non essere a Milano quella sera.
grazie per la tua sensibilità, mi consola perchè vuol dire che ci sono ancora in giro anime belle e sensibili come la tua in questo mondo cinico.
ele

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page