Everybody's gonna dance around tonight

Racconto semiserio sull'epopea ricerca casa.


Premessa: sono a quota 27.
Ovvero 27, ventisette case.
Praticamente sono entrata nella vita di ventisette persone: case ancora abitate, case appena lasciate, muri che trasudano ricordi.
Ventisette nuclei famigliari che hanno ammirato la mia abbronzatura semiseria, alcuni che mi hanno squadrato, altri che mi hanno sorriso.
Sicuramente sono la gioia delle agenzie immobiliari, in questo momento.
E che tipi questi agenti immmobiliari: c'è chi arriva in moto, e in ritardo, c'è chi è pelato, chi ti racconta tutta la sua vita per trovare similitudini e conforto suppongo, chi premette che non ha alcuna intenzione di fare nessuna, per l'appunto, contrattazione.
Ed è anche abbastanza divertente, passati gli imprevedibili taxi lanciati in giro per Milano, per fare in tempo record il tragitto da e per l'ufficio, tra un appuntamento e l'altro, entrare e vedere mura, pavimenti, parquet. ormai il mio iphone ha raggiunto memoria insufficiente per alcun'altra foto di pavimentazioni.
Invece abbastanza comico il fatto che la mia amica Caterina ieri sera, credendo di consolarmi, mi ha confessato che lei di case ne ha viste 83 prima di trovare quella in cui ora abitano.
Quando ha visto la mia espressione scorata si è sfilata il suo meraviglioso bracciale Marni e me l'ha regalato, a mo' di good luck charm, credo.
Nel dubbio ho buttato giù due prosecchini in un colpo.
Comunque.
L'epopea sembra infinita, io sicuramente non sono di gusto accontentabile ed ecco che si sussuegono sviluppi.
C'è la casa dove entri, e trovi uno scarrafone kaput in bagno. Al mio grido, l'agente immobiliare ha capito che non era aria.
C'è la casa meravigliosamente stupenda nella mia via preferita di Milano, che sembra di essere a Londra: ma è vuota, e questa volta te la buttano sulla superstizione. Ovvero, se la prendi cose incantevoli sul tuo cammino. peccato che sia fatiscente, tutta da reimbiancare, e senza nemmeno la cucina.
C'è la casa che ti viene proposta solo perchè hai una voce carina e l'immobiliarista avanza avances.
C'è la casa dove ci sono 4 camere e due bagni, ma l'arredamento crolla in pezzi.
Poi ti trovi la casa dove il proprietario che te la mostra ti dice che prima ci abitava una ragazza che ballava in un night club, che però sbrigava le sue faccende fuori.
Di dubbio gusto.
Insomma, 27 case fa.
E poi dicono che noi milanesi non siamo pazienti.
Ammappate, direi io.
La gente ha solo un modo di essere: e noi milanesi in fondo in fondo siamo brava gente, e adoriamo rintanarci nelle nostre casucce a cucinare torte.
E la ricerca continua.
Fino a quando non troverò la casa ideale da riempire di erbe aromatiche, delle mie padelle, dei miei libri di cucina, delle mie fotografie, dei miei straccetti di chiffon e di una cantinetta pienza zeppa di sano vino consolatore.
E forse anche di un cagnolone che mi difenda, magari un cocker, giusto per non aver paura del buio e di dormire da sola.
Alla prossima puntata.
a gipsy in the kitchen | love, food, fashion.: Everybody's gonna dance around tonight

venerdì 13 luglio 2012

Everybody's gonna dance around tonight

Racconto semiserio sull'epopea ricerca casa.


Premessa: sono a quota 27.
Ovvero 27, ventisette case.
Praticamente sono entrata nella vita di ventisette persone: case ancora abitate, case appena lasciate, muri che trasudano ricordi.
Ventisette nuclei famigliari che hanno ammirato la mia abbronzatura semiseria, alcuni che mi hanno squadrato, altri che mi hanno sorriso.
Sicuramente sono la gioia delle agenzie immobiliari, in questo momento.
E che tipi questi agenti immmobiliari: c'è chi arriva in moto, e in ritardo, c'è chi è pelato, chi ti racconta tutta la sua vita per trovare similitudini e conforto suppongo, chi premette che non ha alcuna intenzione di fare nessuna, per l'appunto, contrattazione.
Ed è anche abbastanza divertente, passati gli imprevedibili taxi lanciati in giro per Milano, per fare in tempo record il tragitto da e per l'ufficio, tra un appuntamento e l'altro, entrare e vedere mura, pavimenti, parquet. ormai il mio iphone ha raggiunto memoria insufficiente per alcun'altra foto di pavimentazioni.
Invece abbastanza comico il fatto che la mia amica Caterina ieri sera, credendo di consolarmi, mi ha confessato che lei di case ne ha viste 83 prima di trovare quella in cui ora abitano.
Quando ha visto la mia espressione scorata si è sfilata il suo meraviglioso bracciale Marni e me l'ha regalato, a mo' di good luck charm, credo.
Nel dubbio ho buttato giù due prosecchini in un colpo.
Comunque.
L'epopea sembra infinita, io sicuramente non sono di gusto accontentabile ed ecco che si sussuegono sviluppi.
C'è la casa dove entri, e trovi uno scarrafone kaput in bagno. Al mio grido, l'agente immobiliare ha capito che non era aria.
C'è la casa meravigliosamente stupenda nella mia via preferita di Milano, che sembra di essere a Londra: ma è vuota, e questa volta te la buttano sulla superstizione. Ovvero, se la prendi cose incantevoli sul tuo cammino. peccato che sia fatiscente, tutta da reimbiancare, e senza nemmeno la cucina.
C'è la casa che ti viene proposta solo perchè hai una voce carina e l'immobiliarista avanza avances.
C'è la casa dove ci sono 4 camere e due bagni, ma l'arredamento crolla in pezzi.
Poi ti trovi la casa dove il proprietario che te la mostra ti dice che prima ci abitava una ragazza che ballava in un night club, che però sbrigava le sue faccende fuori.
Di dubbio gusto.
Insomma, 27 case fa.
E poi dicono che noi milanesi non siamo pazienti.
Ammappate, direi io.
La gente ha solo un modo di essere: e noi milanesi in fondo in fondo siamo brava gente, e adoriamo rintanarci nelle nostre casucce a cucinare torte.
E la ricerca continua.
Fino a quando non troverò la casa ideale da riempire di erbe aromatiche, delle mie padelle, dei miei libri di cucina, delle mie fotografie, dei miei straccetti di chiffon e di una cantinetta pienza zeppa di sano vino consolatore.
E forse anche di un cagnolone che mi difenda, magari un cocker, giusto per non aver paura del buio e di dormire da sola.
Alla prossima puntata.

17 Commenti:

Alle 13 luglio 2012 20:13 , Anonymous Melania ha detto...

Due post In un giorno EVVAI OTTA è CON NOI E NOI SIAMO CON OTTA !!!!

E allora cara, dicevi???
Ho perso il filo leggo bene??? 27 dico 27 case, comunque se vale il detto non c'è due senza tre no, no volevo dire fatto 30 si può fare anche 31 , quindi questi e altri detti numerici mi dicono che la 31 casa sarà la perfetta dimora di Otta da dove ci penserai e scriverai e quindi ,se tanto mi da tanto (oggi sono in vena di discorsi logici e matematici),sarà il punto di ritrovo di tutte noi Otta Girls ogni qual volta lo vorrai, quindi non ti resta che aggiornarci su eventuali sviluppi.
E noi incrociamo le dita strette strette affinché tu possa trovare presto la tua tana, il tuo rifugio perfetto....

Resisti allo stress cerco casa disperatamente in questo periodo di caldo intenso, e ricordati che sei un vulcano!!

Baci,
Melania.

 
Alle 14 luglio 2012 13:07 , Anonymous A...lessandra ha detto...

Una nuova casa, per una nuova vita...una di quelle che nn ti sembrerà subito TUA,ma poi ad un tratto, quel giorno di pioggia in cui rientrerai di fretta e aprirai la porta,sentirai il profumo di buono e ti coccolerà il cuore!
Good Luck chérie...
E che il potere di Marni sia con te! <3

 
Alle 14 luglio 2012 15:35 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ciao Alice!
Molto bello l'album su Instagram, l'ho scoperto stamani, è carina l'idea di raccontare la propria vita attraverso foto. Dal Blog e da Instagram ho scoperto che, di recente sei stata nella mia città per Pitti Bambino, mi spiace di non essermene accorta in tempo, se avevi un istante potevamo conoscerti di persona. Magari la prossima volta. Ne approfitto per iscrivermi a Instagram, Twitter l'ho abbandonato, perchè è troppo faraginoso per me. Good Luck and don't surrender. Simo

 
Alle 14 luglio 2012 15:57 , Anonymous Anonimo ha detto...

Scusami, Alice, volevo chiederti, quale shampoo usi, che, come dici in un post, tu "fa la differenza" rispetto all'Elvive, purtroppo, per i capelli, ho bisogno di prodotti ottimi. Grazie. Simo.

 
Alle 14 luglio 2012 17:53 , Blogger alice ha detto...

cara melania grazie!un bacio!

 
Alle 14 luglio 2012 17:53 , Blogger alice ha detto...

invochiamo il potere di Marni e di mamma Miuccia...che ci metta un bel zaffiamo in forno!

 
Alle 14 luglio 2012 17:59 , Blogger alice ha detto...

ciao simo!anche io faccio molta fatica a stare dietro a twitter....ma in realtà a stare dietro a qualsiasi cosa ora come ora è impossibile....tant pis.
ti abbraccio

 
Alle 14 luglio 2012 17:59 , Blogger alice ha detto...

ciao simo spazio tra i biologici fino a Label.
un bacio

 
Alle 15 luglio 2012 14:03 , Blogger Alessia ha detto...

Cerca bene, scegli bene, guarda anche 100 case...non ti accontentare perchè ti meriti il meglio!! E sono d'accordo con un bel cucciolone da guardia...magari per i primi periodi nascondi per bene le tue belle scarpe :P

 
Alle 15 luglio 2012 14:03 , Blogger Alessia ha detto...

Cerca bene, scegli bene, guarda anche 100 case...non ti accontentare perchè ti meriti il meglio!! E sono d'accordo con un bel cucciolone da guardia...magari per i primi periodi nascondi per bene le tue belle scarpe :P

 
Alle 15 luglio 2012 19:22 , Blogger Sara ha detto...

Cara Otta in bocca al lupo per la ricerca! Ti capisco, lo scorso anno anche noi siamo passati per l'epopea casa nuova, ma per fortuna ci siamo fermati prima! ; ) lo so che sembra una banalità, ma davvero quando troverai la "tua" lo capirai subito! un abbraccio

 
Alle 16 luglio 2012 10:09 , Anonymous Anonimo ha detto...

Alice, ti ammiro..sei forte e coraggiosa..Io sono convinta del fatto che tutto succeda per un qualche motivo. La vita è come un puzzle e, prima o poi, ogni pezzo troverà il suo senso.credimi. Un abbraccio, Linda

 
Alle 16 luglio 2012 13:54 , Anonymous Stefy ha detto...

No no qua bisogna darsi una mossa: trovare una nuova casa è l'inizio di una TUA nuova vita!
quindi, dovremmo chiedere al Sig. Sindaco di Milano in persona di trovarti una casa degna di te, della tua bellezza, e sopratutto una casa con una bella cucina che c'è da riprendere a cucinare subito!
La mia richiesta è dettata anche un pò dal mio bisogno di rivederti scendere in campo perchè solo così potrò farlo anch'io...
in questo periodo casa mia è un disastro :-(
io sono un disastro :-(
e non cucino più :-(
quindi Otta è proprio una questione nazionale ormai: devi trovare casaaa ;-)
Non ti scoraggiare! e cerca di vedere tutte le case in prospettiva, tanto appena avrai le chiavi la trasformerai a modo tuo.
E ovviamente deve esserci posto per l'albero di Natale.
Ti stimo tantissimo, sei una persona fortissima.
E meriti il meglio. Sempre.
Un abbraccio
Stefy

 
Alle 16 luglio 2012 16:24 , Blogger alice ha detto...

jimmy choo saranno tuttte per benino nascoste.
:)
cercasi cocker disperatamente.
:)

 
Alle 16 luglio 2012 16:25 , Blogger alice ha detto...

eheh dicono così...speriamo sia presto!
Un bacio a tutta la tua truppa!

 
Alle 16 luglio 2012 16:25 , Blogger alice ha detto...

:)
stefy sei un mito!
grazie per l'incoraggiamento.
Ora scriviamo tutti insieme a Mister Pisapia, valà.
un bacino
:)

 
Alle 16 luglio 2012 21:14 , Blogger Sara ha detto...

io ho fatto un breve calcolo e di case ne avevo viste 78 e con il sistema olandese e'un delirio, perche'anche se ti piace una casa, cé'una specie di "scelta a caso di chi e'interessato", quindi prima di avere un si...e'passato un anno, ma alla fine ho trovato la casetta dei miei sogni...e cosi piccolina capitera'anche a te....DIMMI CHE L HAI TROVATA, VERO?

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page